sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
Pertini e la città di Firenze
Pubblicato il 27-09-2016


Furono vari i legami che Sandro Pertini andò instaurando – nel percorso della sua ampia esistenza – con la città di Firenze. Qui, per esempio, ad integrazione della laurea in legge conseguita all’Università di Genova, verrà per specializzarsi nel prestigioso Istituto “Cesare Alfieri” di Scienze politiche e sociali.  Ma la cittadina gigliata lo rivedrà nuovamente (tanti anni dopo) quando gli venne  affidato l’incarico – già fin dal suo sorgere, 1985 – di presidente della Fondazione di Studi Storici “Filippo Turati”, a cui oggi è pure abbinato il Centro studi e documentazione Sandro Pertini. In questi giorni Firenze sta offrendo un più che giusto tributo all’indimenticabile presidente socialista. L’occasione di tale omaggio è dovuta al centoventesimo anniversario della di lui nascita, che avvenne nel piccolo paese di Stella San Giovanni, in provincia di Savona.

L’altra settimana l’Avanti! ci ha molto rallegrati facendoci sapere del completato restauro proprio della casa dove il Nostro ebbe i natali, il 25 settembre 1896. Oltre ad un Convegno (quello del 22 settembre, che si è svolto in Palazzo Vecchio), “Sandro Pertini nella storia d’Italia” che, tra gli altri, ha visto l’intervento del professore Maurizio degl’Innocenti, presidente della Fondazione “Filippo Turati” e quello dell’onorevole Valdo Spini, presidente della Fondazione Circolo Rosselli, è stata anche allestita una mostra fotografica e documentaria (su più di venti pannelli). Inauguratasi lo scorso 20 settembre, in due chiostri della Biblioteca delle Oblate (in Via dell’Oriuolo, 24. Una grande e funzionante biblioteca, frequentata pure da tantissimi studenti), l’esposizione – che è ad ingresso libero – rimarrà aperta tutti i giorni feriali fino al prossimo 20 ottobre. Su esplicita richiesta è pure possibile visionare (anche se però solo in alcune date) il film “Mi mancherai. Ricordo di Sandro Pertini”. La mostra, composta inoltre da una sezione di documenti, è stata curata dalla stessa meritoria Fondazione di Studi Storici “Filippo Turati” e dal Centro studi Pertini. Speriamo adesso che tutto il  materiale (in parte anche inedito) – con il quale si compone questo interessante itinerario-biografico ad immagini -, che va dall’infanzia del Presidente fino alla sua vecchiaia (come la bella e grande fotografia ritraente Turati a Calvi,  in Corsica o quella di Pertini bambino assieme alla madre e ai suoi fratellini, e solo per farne qualche assaggio), attragga e incuriosisca più ragazzi possibili (che in quella biblioteca, come accennavo, sono sempre molto presenti), conquisterebbe così non solo una buona riuscita, ma anche e soprattutto la migliore ricompensa a quella precisa parola – testimonianza – che è stata significativamente collocata ad esplicazione del titolo della presente piacevole iniziativa, “Sandro Pertini. Una storia per immagini: testimonianza per le giovani generazioni”.

Luciano Masolini

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento