domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Le “battaglie” della Sindaca
e un assessore desaparecido
Pubblicato il 03-10-2016


La “battaglia” di Virginia Raggi continua. Con risultati sempre deludenti. Ora abbiamo due assessori rimediati fra le forze interne (potevano anche pensarci prima,invece di farci perdere più di tre mesi invitando e, poi cacciando, tre magistrati della Corte dei conti per il posto di assessore al Bilancio…). Non capisco perché vi siano persone,che peraltro non vivono a Roma ( come quel buontempone di Massimo Fini) che sostengono la giunta Raggi,che “avrebbe migliorato la Capitale”. Ma in che cosa, caro Fini? È vero che sei un anticonformista ,anzi “un ribelle” da sempre,ma stavolta hai toppato. Si vede che non vivi a Roma e che le tue nuove simpatie politiche ti fanno chiudere un occhio,anzi tutti e due, sulle contraddizioni,le debolezze,gli errori di questa “armata Brancaleone” della giunta Raggi. Del resto,la tua forza (e le tua debolezza) è sempre stato il tuo spirito di anticonformista, spesso gratuito, solo per distinguerti e per “ trionfare” come una ètoile con la tua immensa vanità (mi ricordo quando difendevi Ocalan e il carnefice nazista delle Fosse Ardeatine …).
Ma lasciano al suo destino di “ribelle” Fini e passiamo,più concretamente,al mestiere di questa “povera” fanciulla,che cerca di fare la sindaca della Capitale. Per la verità non vedo un grande futuro per Virginia. Alla fine ,vittima delle faide interne non potrà più contare sulla protezione del suo “maestro” Beppe, e finirà col dimettersi ,oppure si ribellerà e cercherà,come Pizzarotti ,di trovare una strada autonoma ,magari alleandosi con una parte dei consiglieri dell’opposizione ( Pd ? Centrodestra ? ). Non abbiamo menzionato Marchini perché di quest’ultimo non si sente più parlare .Sembra scomparso nel nulla,probabilmente,dopo la sconfitta elettorale, per combattere la noia è andato a fare un nuovo giro del mondo con una avvenente fanciulla . Non abbiamo più notizie e ne prendiamo atto.
La Raggi ora, a quanto raccontano le cronache,dovrà fare i conti con Paola Muraro, plurindagata e assessore all’Ambiente ancora in carica, pesantemente sospettata di essere stata in combutta con Mafia Capitale. La doppia morale, alla fine non paga,cari amici supermoralisti de “Il Fatto”, e non si può essere garantisti a cicli alternati .
Ma c’è un altro assessore desaparecido nella disarticolata Giunta Raggi : quello alla cultura ,Luca Bergamo. Anzi ,dobbiamo precisare che Bergamo è assessore alla “crescita culturale”. L’ha voluta lui questa definizione e va benissimo. Ma fin’ora,Bergamo ha fatto ben poco per seminare. Ha un bel curriculum (è stato segretario generale di “Culture Action Europe” (con finanziamenti di Bruxelles,ma non sappiamo come siano stati spesi). Sappiamo però che viene dal Pd e che ,almeno fin’ora,non ha fatto granché, oltre che sponsorizzare con un manifesto i teatri romani di periferia.
Eppure,quando è stato nominato sembrava una autentica “scoperta” della regina grillina Virginia. Ha rilasciato una sola intervista a un quotidiano con idee copiate dal Pd, centro destra e persino dalla lista civica “Una rosa per Roma”. Lo so bene perché quei progetti li ho scritti io. Non è stato un vero e proprio plagio,però vi somiglia molto. In particolare,ci riferiamo alle idee sulla tutela del patrimonio artistico e culturale (librerie,botteghe storiche,artigianato di qualità, ecc.). Siamo comunque felici che molte idee vengono copiate anche dai Cinquestelle a condizione però che siano realizzate. E nel modo migliore. Fin’ora però Mister Luca ha brillato per la sua assenza. Mi dicono che,quando le associazioni culturali lo cercano per sottoporgli progetti e proposte, lui fa rispondere che è all’estero. Credo che Roma abbia bisogno di tutto e meno che mai di assessori fantasmi. Auguri,comunque,per il suo lavoro,caro Bergamo. Se ha bisogno di idee per Roma ci consulti : siamo facilmente rintracciabili ,ma non firmeremo mai nessuna dichiarazione capestro elaborata da Beppe ,come penso abbiano fatto quasi tutti gli assessori ,anche perché ritenuta assolutamente incostituzionale.

Aldo Forbice

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento