martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

#liberailtuosogno, la giornata europea contro la Tratta
Pubblicato il 18-10-2016


tratta-umanaOggi 18 ottobre si celebra la decima giornata europea contro la tratta di esseri umani. Per celebrarla è stata lanciata l’iniziativa #liberailtuosogno dall’Osservatorio interventi Tratta del Dipartimento delle Pari Opportunità: nelle città italiane che aderiscono saranno lanciati dei palloncini con lo slogan/hashtag #liberailtuosogno, per non dimenticare che il 53% delle vittime di tratta è trafficato per prostituzione, e di questi circa un terzo sono minori.
In occasione di questa giornata la Commissione Europea ha più volte chiesto migliore protezione per le vittime: «Che sia per lavoro forzato o sfruttamento sessuale, la tratta di esseri umani è un delitto orribile e va chiamato con il suo vero nome: schiavitù moderna. Combatterla è una priorità fondamentale. Dobbiamo mobilitare ogni mezzo per rafforzare la prevenzione, l’attività di contrasto e la protezione delle vittime» ha dichiarato la commissaria europea, Cecilia Malmström.
Per l’occasione ci sarà una cerimonia alla Camera dei deputati per celebrare la “Giornata europea contro la tratta degli esseri umani”. I saluti della Presidente della Camera, Laura Boldrini, e l’introduzione affidata alla ministra per le Riforme costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, con delega alle pari opportunità, Maria Elena Boschi, daranno inizio oggi alle 17,30 alla cerimonia, cui seguiranno gli interventi di esponenti delle istituzioni e associazioni coinvolte nel contrasto di questa forma di moderna schiavitù. Tra loro, interverrà il capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione, Mario Morcone.

“La tratta va contrastata colpendo duramente i trafficanti, e aiutando le vittime. A queste donne va riconosciuta una protezione alla stregua di chi scappa da guerre e persecuzioni”. Lo ha detto Pia Locatelli, presidente del comitato Diritti umani della Camera nella giornata europea contro la tratta.

liberals
“Povertà, violenze e guerre generano flussi di migrazioni incontrollabili e dalle conseguenze drammatiche che investono in maniera crescente l’Italia e l’Europa. All’interno di questo fenomeno si pone quello della tratta delle donne destinate alla prostituzione: un business colossale quasi equivalente a quello delle droghe. In Italia abbiamo un buon Piano anti tratta ma i finanziamenti sono insufficienti per far fronte a un fenomeno in costante crescita”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento