sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Libia, ancora morti in mare. Oltre 90 migranti dispersi
Pubblicato il 27-10-2016


Immigrati-sbarchi-Renzi-UEAncora morti in mare. Oltre 90 migranti risultano dispersi dopo il naufragio di un barcone al largo delle coste della Libia. Lo rende noto il portavoce della guardia costiera libica, Ayoub Kassem, spiegando di aver tratto in salvo 29 persone a circa 26 miglia al largo di Tripoli. Kassem ha aggiunto che la Marina ha raggiunto il barcone nel tentativo di salvare i migranti, ma ha precisato che le forze navali libiche non possiedono imbarcazioni capaci di effettuare grandi operazioni di salvataggio in alto mare.

Dai racconti dei sopravvissuti, sul barcone erano presenti circa 126 migranti prima del naufragio. Il gommone era partito mercoledì mattina da Garabulli, a circa 50 chilometri da Tripoli.

Ieri l’Onu ha dichiarato che sono almeno 3.800 i migranti morti o dispersi nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno, uno dei bilanci delle vittime “mai registrati”. Nel 2015 erano state 3.771 le persone morte o disperse durante la traversata.

L’Unhcr ha reso già noto che il 2016 è già l’anno con più morti nel Mediterraneo.
Un’altra tragedia della disperazione dopo che, nella sola giornata di mercoledì, erano stati recuperati ventinove cadaveri di migranti nel Canale di Sicilia, a bordo di alcuni gommoni diretti verso l’Italia. Undici salme erano già state avvistate martedì e sono stati presi a bordo delle navi che operano in zona; gli altri sono stati recuperati su altri gommoni. Nella zona, con il coordinamento della Guardia Costiera, hanno operato una nave militare irlandese e navi di organizzazioni non governative.  Per oggi è attesa a Brindisi la nave Bourbon Argos, di Medici Senza Frontiere, con a bordo altri 12 cadaveri e 246 migranti tratti in salvo.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento