sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A. I top & flop del campionato: Manolas,
re greco a Roma
Pubblicato il 03-10-2016


manolasLa Juventus va in fuga: con la vittoria 3-0 a Empoli e la sconfitta del Napoli 1-0 a Bergamo contro l’Atalanta, i bianconeri hanno +4 sugli azzurri. Gran divertimento in Roma-Inter (2-1 per i giallorossi), crescono Milan e Torino e continuano a sorprendere Lazio e Chievo. A Udine salta la panchina di Iachini. Vediamo i top & flop di questa giornata.

TOP – Al terzo posto Ciro Immobile. Con la sua doppietta trascina la Lazio nell’ottima vittoria 3-0 sul campo dell’Udinese: dopo le negative esperienze al Borussia Dortmund e al Siviglia, in Italia si è ritrovato. Ventura lo ha ovviamente convocato in Nazionale. Al secondo posto Manuel Locatelli del Milan. Appena 18 anni, sostituisce Montolivo (fischiato da San Siro) nel centrocampo rossonero, segna il magnifico gol del 3-3 al Sassuolo (poi arriverà il 4-3 di Paletta) e non trattiene le lacrime nell’intervista post-partita. In attesa dei soldi dei cinesi, a Milano si godono un gioiellino fatto in casa. Al primo posto Kōnstantinos Manolas della Roma. Nella partita vinta 2-1 contro l’Inter cancella Icardi (non uno qualunque) e segna la rete decisiva che regala 3 punti preziosissimi a Spalletti. Meglio di così non si poteva fare.

FLOP – Al terzo posto Daniele Gastaldello del Bologna. Paga l’ingenuità di una protesta plateale nei confronti dell’arbitro Maresca durante la gara contro il Genoa, oltretutto dopo un fallo fischiato a favore dei suoi. Si mette il dito vicino alla tempia per indicare ‘pazzo’ il direttore di gara. Si può pensare a un’espulsione esagerata, ma da capitano doveva contenersi. E il Genoa fa il colpaccio 1-0 al Dall’Ara. Al secondo posto la difesa del Napoli. Nella sconfitta per 1-0 contro l’Atalanta il gol decisivo di Petagna nasce da un pasticcio di Ghoulam e Koulibaly (anche sfortunati), ma per tutta la partita è stato un disastro, soprattutto su Gomez incontenibile. Al primo posto Giuseppe Iachini. La sconfitta 3-0 contro la Lazio gli costa la panchina dell’Udinese. Forse troppo presto, ma si è vista una squadra spenta e fuori forma.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento