martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tizzano V.P. Cittadinanza a Fabio Fabbri
Pubblicato il 17-10-2016


comunetizzanoIl Centro Civico Paglia era gremito in ogni ordine di posto, sindaci del comprensorio appenninico parmense e reggiano, Presidenti dei Parchi, campioni dello sport come Adorni, rappresentanti del mondo delle imprese, compaesani e tanti socialisti non hanno voluto mancare all’appuntamento organizzato dal Comune di Tizzano Val Parma per la concessione della cittadinanza onoraria al suo cittadino più illustre.
Più volte Senatore della Repubblica, Sottosegretario e Ministro, Fabio Fabbri, tizzanese fino al midollo e profondamente legato all’appennino parmense, è in realtà nato al di là del fiume Enza, in terra reggiana, precisamente nel Comune di Canossa.
Visibilmente commosso, lo stimatissimo Sindaco di Tizzano Val Parma, Amilcare Bodria, ha letto le motivazioni con le quali il Consiglio Comunale ha voluto concedere la cittadinanza onoraria “all’amministratore, al politico, al legale Fabio Fabbri, che negli anni dell’impegno istituzionale, ma anche da semplice cittadino non ha mai smesso di occuparsi dei problemi della montagna e di presentare idee e proposte per un suo ulteriore sviluppo”.
Dopo la lettura del messaggio inviato dal Presidente del Senato, Pietro Grasso, la presentazione del premiato è stata magistralmente eseguita da Mauro Del Bue, che tra una parafrasi del Nobel appena scomparso, Dario Fo, e del nuovo premiato, Bob Dylan, ha evidenziato in primis “l’impegno di Fabbri per gli ideali propri del socialismo liberale e per lo sviluppo e la difesa delle terre alte parmensi, sia la peculiarità ed il coraggio di un Sindaco ed una amministrazione che lontani dalla vulgata generale, si sono sentiti in dovere di premiare con una importante onorificenza un politico, per di più un politico socialista”.
La parola poi è passata al premiato, un Fabbri visibilmente emozionato, come egli stesso ha poi affermato, ha preso la parola per ringraziare “i miei compaesani, senza di loro non avrei mai potuto raggiungere i traguardi di uomo pubblico, che partendo dalla Vicepresidenza della Provincia di Parma, mi hanno condotto ad attraversare da Ministro della Difesa, i cortili del Pentagono”. Nel suo intervento di ringraziamento, il Senatore, ha voluto essere di sprone agli attuali sindaci ed amministratori dei comuni dell’Appennino parmense e reggiano, affinché con dedizione, impegno e costanza cerchino di continuare a valorizzare le bellezze paesaggistiche e produttive di un territorio che di recente, anche grazie all’impegno del Senatore Fausto Giovannelli, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di riserva MAB Unesco.
La cerimonia è stata conclusa dall’atteso intervento del Viceministro alle Infrastrutture e Trasporti del Governo Renzi, Riccardo Nencini, il quale ha sottolineato “l’importanza di chi ha speso la propria vita al servizio delle istituzioni e dei cittadini, venga da questi ultimi gratificato con un riconoscimento che dimostra affezione e rispetto, soprattutto in un momento di galoppante antipolitica come quello attuale”.
A seguito della celebrazione è stato presentato il libro “Il Fuoco dentro”, in cui il Nencini scrittore racconta con passione ed eleganza, ma anche con dovizia di particolari e franchezza, gli ultimi anni di vita della controversa scrittrice Oriana Fallaci e del suo rapporto di odio ed amore con la sua città natia Firenze.
Un pubblico folto ed attento ha ascoltato la ricostruzione e gli aneddoti narrati, con verve e perfetta oratoria dal Viceministro, che ha dimostrato di sapere tenere alta l’attenzione dell’uditorio sia narrando aspetti poco noti della vita della famosa scrittrice fiorentina, sia del carattere di “Oriana, attenta e rigida nell’utilizzo di un preciso canone di stile ed eleganza nella scrittura, così come diretta e rude nella lingua parlata, non inferiore ad uno scaricatore di porto di Livorno”.
Una bel pomeriggio, di politica, cultura e società.

Francesco Castria

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento