mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vicenza: riunito il Direttivo provinciale del PSI
Pubblicato il 07-10-2016


Si è riunito ieri sera a Vicenza, il Direttivo provinciale del PSI. All’OdG: comunicazioni del Segretario; tesseramento 2016; rinnovo del Consiglio provinciale; primarie del centrosinistra del comune di Vicenza; iniziative legate al referendum costituzionale.

Il Segretario provinciale, Luca Fantò, aprendo i lavori ha comunicato i dati del tesseramento in corso. L’andamento è in linea con quello degli anni precedenti e punta a raggiungere le 100 iscrizioni. Il Segretario provinciale ha poi ricordato che il 9 gennaio verrà rinnovato il Consiglio provinciale, che si è aperto il processo organizzativo per le primarie del centrosinistra nel capoluogo vicentino e che è stata fissata la data del referendum costituzionale. Su quest’ultimo argomento ha ricordato che la posizione del PSI veneto è quella di informare i cittadini sulla sostanza della riforma, cercando di non coinvolgere il partito in un agone politico che sembra aver assunto i contorni di uno scontro tra tifoserie calcistiche.

Il Segretario, nella sua veste di rappresentante regionale del PSI,  ha concluso l’intervento comunicando come, dopo oltre un decennio, in Veneto stia per essere rifondata la Federazione giovanile con una presenza significativa in tutte le province. Si è quindi aperto il dibattito cui hanno partecipato i Consiglieri comunali del PSI e i coordinatori delle diverse realtà territoriali.

Nel dibattito è stato sottolineata l’incisività del partito nell’azione del Consiglio provinciale.

Il PSI è presente col compagno Tosetto, il cui impegno si è rivelato determinante per quanto riguarda l’edilizia scolastica della provincia e dell’università di Vicenza. Molto c’è ancora da fare, a Schio come ad Asiago, a Thiene come ad Arzignano e Valdagno, a Vicenza.

Dal dibattito è però emersa una diffusa insofferenza dei compagni, a livello locale come nazionale,  verso una personalizzazione della politica che ne snatura il compito e le strategie.

Al termine del dibattito, il Direttivo provinciale del PSI ha deliberato:
il PSI, in quanto componente essenziale del centrosinistra vicentino, sostiene la coalizione che amministra il capoluogo vicentino e si impegnerà affinchè possa continuare ad operare unita attraverso un percorso verso le primarie di coalizione che dovrà essere trasparente e condiviso;

il PSI apprezza il lavoro fatto fino ad oggi dal suo Consigliere provinciale, Tosetto, e auspica che possa proseguire nel lavoro impostato negli scorsi anni;

il PSI organizzerà venerdì 4 novembre a Vicenza, un’iniziativa pubblica per informare la cittadinanza sul merito della riforma costituzionale.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Finalmente un pò di ragionevolezza ! Complimenti compagni di Vicenza , questo dovrebbe essere l’approccio dei socialisti ad un evento referendario che rischia di dividerci per due mesi per poi raccogliere i cocci .
    Crediamo che in occasioni come queste e nella tradizione referendaria ( come avvenuto per le grandi battaglie del divorzio , dell’aborto ) il cittadino si trovi a dover fare una scelta di coscienza e a nulla possono valere i diktat e le prese di posizione dei partiti politici che , in altri ambiti , sono intermediari tra gli stessi e il voto che li vede protagonisti.

Lascia un commento