giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Leonardo Scimmi
Referendum, un Sì
per una buona riforma
Pubblicato il 07-11-2016


Credo che questa Riforma sia una buona riforma, necessaria in questo momento storico dell’Italia sia da un punto di vista politico che giuridico.
Politico perché dopo anni di crisi economica e di immobilismo istituzionale possiamo mostrare al mondo che stiamo tornando, che stiamo lavorando per migliorare la nostra condizione di paese ed economia, ed i mercati e gli altri paesi devono attendersi buone cose dall’Italia.

Giuridico perché la Riforma razionalizza il rapporto tra Stato e regioni e le rispettive competenze, e tutti ne sentivano il bisogno a cominciare dalla Corte Costituzionale, rende il Governo piu’ efficiente ed efficace nei confronti della Camera dei deputati, che resta tuttavia depositaria del rapporto di fiducia e controllo sul Governo, ed in tutto ciò la Riforma riesce a far risparmiare circa 400 milioni all’anno ai contribuenti.

Credo che questa sia un’opportunità storica per l’Italia per uscire dalla crisi economica ed istituzionale che oramai da decenni ci opprime. L’Italia deve darsi una struttura istituzionale stabile, governabile, sicura, deve entrare da protagonista nei mercati ed in relazione con gli altri paesi, e la riforma va in questa direzione. Buone riforme fanno si che il PIL cresca, che il debito si riduca e che le condizioni dei cittadini migliorino.

Non ci sono altre vie.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento