venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

#SMS dal #fisco? Niente panico, è tutto ok!
Pubblicato il 09-11-2016


Entrate_tributarie-aumentoDa qualche giorno l’Agenzia delle Entrate sta inviando sms con cui avvisa se una qualche comunicazione inviata per raccomandata non è giunta a destinazione. Ricorda le scadenze di pagamento, notifica l’avvenuto accredito di un qualche rimborso, ove dovuto.

Insomma il fisco ha anche un volto umano. Basta registrarsi – in maniera del tutto gratuita e piuttosto semplice per l’utente medio – sul sito dell’Agenzia delle Entrate all’indirizzo telematici.agenziaentrate.gov.it/Abilitazione/Fisconline.jsp

Niente panico, quindi, se giungeranno messaggi informativi dall’organizzazione forse più temuta dal cittadino medio. E’ un dare e avere: un contatto peer to peer per evitare spiacevoli dimenticanze, da entrambe le parti. Con la legge di stabilità, che sta iniziando il suo iter verso l’approvazione, molte sanzioni – se non vi saranno sorprese – verranno sgravate dagli interessi e dalle more. Quale miglior messaggio per chi ha conti in sospeso col fisco?

Un bel cenno potrebbe arrivare anche ai terremotati, che si vedrebbero sollevati per sms dagli adempimenti fiscali in scadenza.

Non solo: nei bailamme di compimenti tributari capita a tutti di dimenticare qualcosa. Perché non approfittare di un memo gratuito? Un passo verso il futuro, perché ogni specie ha le proprie attese sociali. E il cittadino operoso vuole pagare, ma magari – semplicemente – se ne dimentica.

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Giornalista e #blogger, studio le ricadute che i #social network hanno sulla vita dell'uomo medio. Come lo aiutano, quanto lo illudono. Perché una marea di connessioni talvolta equivale al deserto relazionale. Nella prossima vita sarò The Hammer. Su Twitter @alechinellato

More Posts

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento