giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Top & Flop della Serie A: “Salah perché ti amo” all’Olimpico
Pubblicato il 07-11-2016


Juventus e Roma provano la fuga: i bianconeri passano 2-1 sul campo del Chievo senza brillare, i giallorossi passeggiano 3-0 in casa contro il Bologna grazie alla tripletta di uno scatenato Salah. Tiene il passo il Milan, l’Empoli rompe il digiuno di gol con un poker a Pescara, all’Inter inizia la cura Pioli. Vediamo i top & flop di questa giornata.

salahTOP – Al terzo posto Gianluca Lapadula. Arrivato come colpo estivo, l’attaccante del Milan ha giocato pochissimo, chiuso da Carlos Bacca. Mai una polemica, l’ex attaccante del Pescara ha aspettato la sua chance e l’ha sfruttata al meglio, regalando la vittoria ai rossoneri 2-1 a Palermo con uno spettacolare colpo di tacco. Ora merita più spazio. Sul secondo gradino del podio Gian Piero Gasperini, ormai presenza quasi fissa. La sua Atalanta continua a stupire: il successo 3-0 in casa del Sassuolo è il quarto consecutivo, il sesto nelle ultime 7 gare e la difesa ha preso un solo gol nelle ultime 6. Numeri da Europa e infatti i bergamaschi hanno agganciato la Lazio al quarto posto. Ma la prima posizione se la merita Mohamed Salah che con la sua tripletta ha permesso alla Roma di superare 3-0 il Bologna all’Olimpico e di restare in scia della Juventus. Sull’attaccante egiziano ex Fiorentina si diceva che fosse rapidissimo ma poco lucido sotto porta. Invece sta facendo ricredere i più critici a suon di gol e assist. La notizia negativa per la società capitolina è che a gennaio lo perderà per la Coppa d’Africa: sostituirlo non sarà facile.

FLOP – Al terzo posto Gonzalo Higuain. Parliamo del miglior centravanti in Italia, uno dei migliori al mondo, ma la sua prestazione in Chievo-Juventus è stata a dir poco sottotono: un paio di errori sotto porta non da lui e molte volte assente nel gioco. Non è un campanello d’allarme, ma a Napoli aveva più continuità. Forse ci aveva abituato troppo bene. Al secondo posto il tecnico del Cagliari, Massimo Rastelli. La sua squadra sta facendo più che bene considerando che è una neopromossa ma la difesa sta dando segnali preoccupanti: con il 5-1 subito in casa del Torino, i gol presi nelle ultime 4 partite sono in totale 15. Fortuna che l’attacco continua a segnare e che in casa i rossoblù si trasformano, ma qualche modifica nella fase arretrata è necessaria. Al primo posto Carlos Bacca. L’attaccante colombiano del Milan vive un momento molto difficile: non segna da 5 partite, una sola rete su rigore nelle ultime 7. Numeri non da lui, il tecnico rossonero Montella non gli ha risparmiato qualche critica (“deve giocare di più per la squadra”) e si fa sempre più grande l’ombra di Lapadula. La sosta gli farà bene.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento