giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

TOP & FLOP. Giornataccia Juve, Simeone
fa impazzire il Grifone
Pubblicato il 28-11-2016


simeoneClamorosa sconfitta dei bianconeri 3-1 in casa del Genoa, grande protagonista il ‘Cholito’, autore di una doppietta. Roma e Milan si avvicinano così a -4, continua a stupire l’Atalanta. Incubo Palermo: contro la Lazio è arrivata la settima sconfitta consecutiva, nuovo record negativo dei siciliani in Serie A. Vediamo i top & flop di questa giornata.

TOP – Apre la classifica Marco Sau. L’attaccante del Cagliari ha deciso la sfida interna contro l’Udinese segnando la rete del 2-1 con un delizioso colpo di tacco. Un tocco di grande classe per un successo fondamentale della squadra di Rastelli. Al secondo posto Gianluca Lapadula. Nel 4-1 del Milan sul campo dell’Empoli, l’ex capocannoniere della Serie B con la maglia del Pescara ha aperto e chiuso le marcature, non facendo rimpiangere l’assenza di Carlos Bacca, fermo per infortunio. L’attaccante colombiano è teoricamente il titolare dei rossoneri, ma se Lapadula continuerà con queste prestazioni rischia seriamente di rubargli il posto. Merita però il primo posto Giovanni Simeone. Il ‘Cholito’ (così soprannominato perché figlio del tecnico dell’Atletico Madrid, il ‘Cholo’ Diego Pablo Simeone) ha segnato due gol alla Juventus nel giro di un quarto d’ora, mettendo così la firma sulla vittoria a sorpresa dei liguri contro i Campioni d’Italia. Ovviamente a Marassi nessuno ha sentito l’assenza di Leonardo Pavoletti.

FLOP – Al terzo posto l’arbitro Daniele Chiffi. In Torino-Chievo il direttore di gara non ha concesso due rigori netti per i veneti. La partita è finita 2-1 per i granata, con i ragazzi di Maran che l’hanno riaperta solo nei minuti finali, ma se l’arbitro avesse concesso almeno uno dei due penalty (entrambe le azioni sono state sul punteggio di 2-0), il Chievo avrebbe avuto sicuramente qualche occasione in più di strappare un punto. Al secondo posto Massimiliano Allegri. Alcune scelte dell’allenatore della Juventus non hanno convinto a Genova, in particolare Cuadrado schierato attaccante e l’aver lasciato a riposo Marchisio. Una giornata-no per i bianconeri, dovuta soprattutto agli impegni di Champions, ma intanto Roma e Milan si avvicinano. Al primo posto il Palermo. Un concorso di colpe tra il presidente Zamparini, l’allenatore De Zerbi e un po’ anche la squadra, anche se i limiti tecnici sono evidenti. Contro la Lazio è arrivata la settima sconfitta consecutiva in Serie A, non era mai successo nella storia dei siciliani. Inoltre, è stato il settimo ko in altrettante partite in casa. La sensazione è che Zamparini non veda l’ora di vendere a qualche acquirente, ma intanto sta rovinando una delle realtà più belle del calcio italiano.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento