giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Turchia, arrestato editore di opposizione
Pubblicato il 11-11-2016


Turchia protesteL’amministratore delegato della fondazione che gestisce il quotidiano turco di opposizione laica Cumhuriyet, Akin Atalay, è stato fermato dalla polizia al suo arrivo dalla Germania all’aeroporto Ataturk di Istanbul. Atalay era ricercato nell’ambito dell’inchiesta che la scorsa settimana ha portato all’arresto di 9 reporter e amministratori del giornale ‘anti-Erdogan’, compreso il direttore Murat Sabuncu, accusati di sostegno ai “terroristi” della presunta rete golpista di Fethullah Gulen e al Pkk curdo. Lo riporta l’agenzia statale Anadolu. L’operazione contro Cumhuriyet, simbolo della stampa di opposizione al presidente Recep Tayyip Erdogan, aveva suscitato proteste in Turchia e allarmi a livello internazionale per la libertà di espressione in Turchia.

In Turchia “cambieremo la Costituzione insieme al Mhp (nazionalisti, ndr) e approveremo il sistema presidenziale”, ha detto intanto il premier di Ankara, Binali Yildirim, dopo aver incontrato il leader dell’opposizione nazionalista, Devlet Bahceli, che ha dato un nuovo via libera al superamento del sistema parlamentare in favore di uno presidenziale, fortemente voluto dal capo dello Stato Erdogan. Il sostegno del Mhp è necessario alla maggioranza di governo per superare la soglia minima di 330 voti (su 550) per approvare in Parlamento modifiche costituzionali, da sottoporre poi a un referendum popolare, che l’Akp di Erdogan vorrebbe tenere entro aprile.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento