lunedì, 26 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Mattarellum. Nencini: è una buona base di partenza
Pubblicato il 19-12-2016


“Non abbiamo perso ma abbiamo straperso”. Così il segretario del Pd Matteo Renzi all’assemblea Pd dal titolo ‘Ripartiamo dall’Italia’. “Sì, abbiamo preso un sacco di voti, è la verità, ma il 41 per cento è una sconfitta netta in un referendum. Abbiamo preso 13 milioni e mezzo di voti, ma non sono bastati”. La relazione del segretario è stata approvata con 481 sì. “Io vi propongo di andare a guardare le carte in modo esplicito sull’unica proposta che può essere realizzata in tempi brevi: è la proposta che porta il nome del presidente Sergio Mattarella”, rilanciando quindi sulla legge elettorale il Mattarellum.

Sul referendum, per Renzi, serve “un’analisi dura e spietata, soprattutto con noi stessi, sul referendum. Vorrei che quest’assemblea fosse un’assemblea in cui si faccia un’analisi severa di quanto è accaduto, all’esterno e anche al nostro interno, con seno di passione per la cosa pubblica”. Al Sud, aggiunge Renzi, “abbiamo puntato troppo sul notabilato e poco sulle forze attive”. “Se il Pd oggi si fa un selfie ha preso una bella botta”, ma siamo pronti a ripartire “non per cercare un rivincita dopo il referendum, ma per vincere le elezioni per il bene dell’Italia e di nostri figli”. “C’è una parte del Paese che abbiamo dato impressione di non coinvolgere, non includere. Compresi i 30 e 40enni. Abbiamo perso l’andata in casa e i gol presi in casa valgono doppio. Non siamo riusciti a prendere questa generazione come avremmo voluto sul referendum”.

“Le riforme non puzzano, restano e segnano la storia del Pd e di tutti noi” ha aggiunto. “Vogliamo giocare l’ultima possibilità di avere un sistema maggioritario o scivoliamo verso il proporzionale?” chiede Renzi in assemblea Pd. “Io vi propongo di andare a guardare le carte in modo esplicito sull’unica proposta che può essere realizzata in tempi brevi: è la proposta che porta il nome del presidente Sergio Mattarella. Io dico andiamo a vedere. Il Pd c’è. Lo chiedo a questa assemblea”.

Il segretario del Psi Riccardo Nencini non ha sono dubbi: “Il Mattarellum è una buona base di partenza, va nella direzione della proposta presentata dai socialisti nel novembre scorso. Il parlamento è sovrano: discuta della nuova legge elettorale prima che la Corte si pronunci”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento