sabato, 25 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Marco Andreini
Vincitori del disastro
Pubblicato il 07-12-2016


La gioiosa macchina da guerra 2.0, vincente rispetto all’originale di Occhetto sta partorendo il risultato più surreale che si potesse immaginare. Invece di farci entrare con norme snelle e moderne nella terza repubblica e nel futuro della rivoluzione industriale 4.0 ci sta facendo infilare sparati nel passato della prima repubblica. Alcuni penseranno che bello torniamo ai gloriosi fasti del passato,Il sottoscritto che salva pochissimo di quel periodo, ritiene che una legge elettorale che rimetta in piedi il proporzionale possa essere un disastro per questo paese.
Del resto chi erano i testimonial del no D’Alema Bersani De Mita Pomicino che hanno rinviato per qualche tempo l’occupazione delle panchine dei giardinetti
Ricordo ai vincitori del no al nostro interno che sono coloro che osannarono Segni quando lanciò il famoso referendum sul maggioritario del 1991 che cancellò di fatto il proporzionale.
Siccome i vincitori del comitato del no al nostro interno oltre a identificarsi con quelli che hanno scelto il tribunale come luogo di confronto invece del congresso, per quanto mi riguarda sono anche gli stessi che hanno spinto e convinto Nencini a rompere l’unico vero progetto politico che altro non era che la Sel originale. Non hanno quindi alcun titolo a intestarsi un disegno politico di rappresentanza della sinistra all’interno del partito e per quanto mi riguarda, ma sono certo di essere in compagnia della maggioranza del partito, farebbero bene a confrontarsi e a discutere con i loro nuovi amici del no, scordandosi nella maniera più assoluta di pensare di tornare come niente fosse negli organi dirigenti del partito come fecero dopo il congresso di Venezia.

Marco Andreini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento