sabato, 27 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Poletti e gli italiani all’estero
Pubblicato il 21-12-2016


Poletti parla in romagnolo. Figlio di contadini, racconta che da ragazzo il suo compito era quello di pompare l’acqua e una volta disse a suo padre che non ne aveva voglia perché voleva andare in paese. Suo padre, comprensivo, lo rassicurò: “Allora pomperai l’acqua senza voglia”. Cosa volete che centellini lui le parole con un padre così. Vabbé, ha fatto due gaffe in una settimana. Ma l’acqua bisogna pomparla lo stesso con o senza gaffe. E dire che il referendum sul jobs act si potrebbe anche non fare se ci saranno le elezioni anticipate e poi aggiungere che lui conosceva dei giovani italiani che sono andati all’estero e che è bene che non ritornino, che scandalo fa? A chi si riferiva, piuttosto. Basterebbe dire nomi e cognomi. Magari a Cesare Battisti? Non è più un ragazzo. Però star lì a processare Poletti per le sue parole in libertà, é come prendere in giro Trapattoni mentre parla tedesco. Dai, uno che pompava l’acqua contro voglia, può anche pompare parole in libertà….

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Mah io non scherzeri troppo su questo, in primis perché fra un po’ avremo piu’ votanti all’estero che in Italia, fra un po’ ricominciano le rimesse verso il Bel Paese, eppoi il provincialismo al potere non é sicuramente auspicabile, ed inoltre quassu’ ci diamo da fare per l’Italia e per il partito anche piu’ di quanto lo facciano i rassegnati italiani, e quindi un ministro cosi’ proprio no, non ce lo meritiamo. Torni a pompare acqua, lo intuisco che non é cattivo, é solo che non puo’ fare il ministro.

Lascia un commento