giovedì, 23 febbraio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Massimo Sagramola:
Manuela Fabbri, la fotografa geniale
Pubblicato il 20-12-2016


Manuela Fabbri, classe 1943, nata il 17 Luglio da un militare appartenente alle alte sfere dei servizi segreti e dalla salsese Gioconda Valentini, inizia la professione di fotografa realizzando ritratti ai bambini delle scuole elementari e nel 1980 seguendo il grande Eduardo sul palco e nella vita privata: mostre al Teatro Quirino di Roma, Castel dell’Ovo di Napoli, Chiostro di Santa Sofia a Benevento e cataloghi di scena per Gennareniello, Dolore sotto chiave, Sik Sik l’artefice magico, Mettiti al passo.

Definita da Federico Zeri “genio della percezione visiva” ed “occhio magico”, è stata collaboratrice delle maggiore testate italiane.

Di Lei si ricordano le copertine per L’Espresso e Panorama su Guttuso-Marzotto e Moravia -Llera.

Ha ritratto oltre 500 grandi personaggi in privato.

Sue le copertine dei Meridiani Mondadori su Pietro Citati e Maria Luisa Spaziani, sua la copertina sul carteggio tra Vittorio Sereni e Luciano Anceschi per Feltrinelli, suoi i ritratti di Enzo Sellerio, Giulio Andreotti, Susanna Agnelli. Federico Fellini, Sandro Pertini.

Autrice di una grande ricerca sulle mani che ricorda quella della Tina Modotti (mani di persone comuni come di persone famose  famose legate a temi quali la vecchiaia, la maternità, la violenza, l’erotismo: 1983 Galleria IlFotografamma di Roma (con critiche molto importanti) 1994 Libro edito da Leonardo Arte con prefazione di Giovanni Malagò, 2002 esposizione alla fotobiennale di Mosca, 2003 esposizione alla galleria Zuberbuhler a Miami.

Nel 1989 fotografa il Cristo del Benvenuto Cellini intuendo la presenza di un volto nascosto nel costato della statua meritandosi articoli del Venerdì di Repubblica, El Pais, Il Sole24Ore. 

Nel 2003 prima del ritiro dalla scena fotografica italiana è presente con installazioni fotografiche nell’ambito della mostra Romarcord Fellini 2003.

Il suo archivio è stato gestito da Grazia Neri per molti anni ed è doveroso sottolineare che la grande agente nemmeno l’ha menzionata nel suo libro preferendole altre fotografe come la Elisabetta Catalano. In seguito è stato brevemente gestito da LaPresse per poi essere oggi quasi inaccessibile a parte contatti privilegiati con Mondadori che però l’ha snobbata scegliendo di non rappresentarla con la Mondadori Portfolio.

Ultimi estimatori invece Lapo Elkann che mi scriveva che le foto erano il “top del top” e la divina Marta Marzotto che teneva i suoi ritratti all’ingresso della sua casa di Via Bigli e li mostrava ad amici ed alla stampa estera o Sir Rocco Forte che sapientemente ha recuperato le foto vintage della moglie Lady Aliai Ricci.  Insomma una fotografa tanto importante quanto inaccessibile e misteriosa. Nel Dicembre 2013 il Sindaco di Salsomaggiore Terme, Filippo Fritelli le assegna un attestato di civica benemerenza che la rende molto felice. Manuela oggi vive a Focene (Comune di Fiumicino) dopo aver vissuto e lavorato a Roma, Buenos Aires e Londra.

Madre di quattro figli dei quali la più grande, la Cavaliera della Repubblica Sveva Sagramola è la conduttrice di Gheo&Gheo su Raitre, ha quattro nipoti: Alessio e Andrea (figli di Alexander Sagramola e della moglie) Petra (figlia di Sveva e del marito) e Nicola (figlio del sottoscritto e della mia ex compagna).

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento