giovedì, 29 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Derby della Capitale alla Roma, Strootman protagonista agrodolce
Pubblicato il 05-12-2016


strootmanI giallorossi si sono imposti 2-0 grazie alle reti del centrocampista olandese e di Nainggolan, entrambi i gol nati da due errori clamorosi di Wallace e Marchetti. Lo stesso Strootman, dopo l’esultanza, si è reso protagonista negativo provocando il laziale Cataldi gettandogli dell’acqua e simulando un colpo mai ricevuto. Non bastasse, a fine gara brutte frasi di Lulic, giustiziere della Roma nel famoso derby in finale di Coppa Italia 2013, su Rudiger: “Fino a due anni fa a Stoccarda vendeva calzini e cinture”. La solita baruffa, niente di nuovo. Tornando al campo, la Juventus ha interrotto la striscia vincente dell’Atalanta battendo 3-1 i bergamaschi e riscattando così la batosta di Genova. Bene anche Milan e Fiorentina, tris del Napoli all’Inter, mentre dietro il cammino delle ultime 4 (Empoli, Pescara, Crotone e Palermo) è a passo di lumaca. Vediamo i top & flop di questa giornata.
TOP – Al terzo posto Eugenio Corini. In settimana ha accettato l’incarico di allenare il Palermo, dove è stato grande protagonista da calciatore, e in appena un paio di allenamenti è riuscito a tenere testa fino al 92’ alla Fiorentina, subendo poi la beffa del gol del 2-1 di Babacar nei minuti di recupero. Si è comunque vista una squadra compatta e motivata, buon segnale per la corsa salvezza. Al secondo posto Piotr Zielinski, ma è un premio generale al tutto il Napoli che, nell’anticipo di venerdì sera, ha distrutto l’Inter per 3-0. Proprio la rete del polacco ha sbloccato la gara dopo appena 2’, ora per gli azzurri c’è la fondamentale sfida di Champions League a Lisbona contro il Benfica: in caso di vittoria o pareggio il passaggio del turno agli ottavi sarebbe matematico. Al primo posto Mario Mandzukic. L’attaccante croato della Juventus è stato di gran lunga il miglior in campo nel 3-1 dei bianconeri all’Atalanta. In estate, dopo l’arrivo di Higuain a Torino, si pensava che gli spazi per lui fossero completamente chiusi e invece ad oggi Super Mario è il miglior attaccante a disposizione di Allegri.
FLOP – Molti protagonisti negativi in questo weekend. Iniziamo da Geoffrey Kondogbia. Vittima dei 30 e passa milioni spesi dall’Inter nell’estate 2015, il centrocampista francese sta continuando a dimostrare di non valerne nemmeno un decimo. Lento nella corsa, impacciato, timido: sembra un pesce fuor d’acqua nel nostro campionato. Pioli ha voluto puntarci dopo che De Boer lo aveva accantonato, ma qui non si tratta di un discorso di forma o fiducia. E’ semplicemente scarso. Al secondo posto M’baye Niang del Milan. Nella partita vinta dai rossoneri 2-1 contro il Crotone, l’attaccante francese è riuscito nell’impresa di sbagliare tutto: assist, gol davanti alla porta e soprattutto un calcio di rigore sull’1-1. Fortuna per i rossoneri che ci ha pensato Lapadula a togliere le castagne dal fuoco. Ma c’è chi ha fatto anche peggio e si tratta di Wallace della Lazio. Nel derby della Capitale il difensore brasiliano ha commesso un errore madornale, volendo superare in un zona pericolosa del campo (al limite della propria area di rigore) un avversario con un tocco di fino. Risultato? Una goffa figura che ha aperto le porte per il gol di Strootman dell’1-0 e per il successo della Roma nella stracittadina. Va detto che fino ad allora Wallace aveva giocato più che bene (così come nelle precedenti partite), ma un abbaglio del genere, nella partita più importante dell’anno per i biancocelesti, si fa fatica a perdonarlo.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento