sabato, 21 gennaio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Top & Flop. Napoli Torino: Mertens show, il poker
è servito
Pubblicato il 19-12-2016


mertensIl Napoli supera 5-3 il Torino, l’attaccante belga segna 4 gol: con la tripletta a Cagliari della scorsa giornata fanno 7 reti in una settimana, numeri incredibili. La Juventus vince la sfida scudetto contro la Roma ed è già campione d’inverno. In basso, importanti vittorie di Empoli e Palermo. Vediamo i top & flop di questa 17/a giornata.

TOP – Al terzo posto Aleksandar Trajkovski del Palermo. Nella pazza partita a Marassi contro il Genoa, i siciliani hanno vinto 4-3 al 90’ (e perdevano 3-1 a metà del secondo tempo) grazie proprio a un gol dell’attaccante macedone, entrato in campo da pochi minuti. Il merito è anche dei compagni e del tecnico Corini che ha azzeccato la sostituzione, ma la firma della rete decisiva è la sua: un successo che stoppa così la preoccupante striscia di 9 ko consecutivi. Ora la salvezza per i siciliani non è più un miraggio. Sul secondo gradino Gonzalo Higuain. E’ stato il Pipita a decidere la sfida scudetto tra Juventus e Roma, segnando un grandissimo gol su cui il portiere Szczesny (il migliore dei giallorossi) nulla ha potuto. I bianconeri salgono così a +7 su De Rossi e compagni e possono preparare al meglio la gara di Supercoppa Italiana, il 23 dicembre a Doha contro il Milan. Ma il primo posto è tutto di Dries Mertens. Il suo poker nel 5-3 del Napoli al Torino è stato spettacolare, in particolare l’ultimo dei quattro gol, realizzato con un delizioso pallonetto. Appena una settimana fa l’attaccante belga aveva siglato una tripletta sul campo del Cagliari: è lui il protagonista assoluto della Serie A.

FLOP – Al terzo posto Pepe Reina. Era e sarà uno dei leader del Napoli, ma nel secondo gol del Torino (realizzato da Rossettini) compie una papera sulla punizione di Ljajic, facendosi sfuggire il pallone. Fortuna che è stato un episodio inutile ai fini del risultato. Al secondo posto Josip Ilicic. Il fantasista sloveno della Fiorentina è irriconoscibile rispetto all’anno scorso, soprattutto dagli 11 metri. Nella stagione scorsa aveva realizzato tutti i rigori, mentre quello fallito contro la Lazio (ben parato da Marchetti) è il secondo errore: smarrito. Al primo posto Mattia Perin. Non tanto per i 4 gol subiti dal Palermo, ma il portiere del Genoa si è fatto espellere nel finale per una plateale spinta ai danni dell’attaccante dei siciliani Nestorovski. Un gesto non violento, ma assolutamente ingenuo che l’arbitro non poteva non punire con il cartellino rosso.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento