martedì, 24 gennaio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ucciso il killer di Berlino a Sesto San Giovanni
Pubblicato il 23-12-2016


anisamriperpcardLa Polizia italiana ha ucciso l’uomo ricercato per la strage di Berlino, appena arrivato dal treno in Francia a Milano. L’uomo morto nel conflitto a fuoco con la Polizia durante un normale controllo stradale in piazza I Maggio a Sesto S.Giovanni, è Anis Amri, l’attentatore di Berlino. Quando l’hanno fermato ha urlato “Allah Akbar” poi ha sparato contro gli agenti: ne ha colpito uno alla spalla. Loro hanno risposto: lui è morto sul colpo.
L’hanno identificato dalle impronte digitali e dalla misura del volto. Si tratta di lui “senza ombra di dubbio”, lo dice il ministro dell’Interno Marco Minniti. Si attendono ulteriori indagini: “La cosa può portare anche a sviluppi futuri” aggiunge, infatti, il ministro.
Dagli accertamenti dalla Digos, coordinati dal capo dell’antiterrorismo milanese Alberto Nobili, Anis Amri, il killer di Berlino, è arrivato in Italia dalla Francia, in particolare da Chambery, in Savoia, da dove ha raggiunto Torino. Dal capoluogo piemontese ha preso poi un treno per Milano dove è arrivato attorno all’una di notte. Infine dalla Stazione Centrale si è spostato a Sesto san Giovanni dove attorno alle 4 ha incrociato i due agenti della volante che poi, durante una sparatoria, lo hanno ucciso. Il riconoscimento del cadavere è avvenuto grazie ai dati della misura del volto e al successivo rilievo delle impronte digitali. In tasca aveva alcuni biglietti delle ferrovie francesi, che hanno consentito di ricostruire il tragitto che aveva compiuto.

Un rigaziamento alle forze dell’ordine è arrivato dal presidnete del Consiglio Paolo Gentiloni che ha anche parlato di “attenzione massima e di minacce non sottovalutate”. “Per l’operazione di stanotte – ha aggiunto – voglio ringraziare polizia, Carabinieri, finanza, forze armate, intelligence, cioè gli uomini e le donne dei nostri apparati di sicurezza impegnati in queste ore e di cui l’Italia e’ davvero fiera. Una gratitudine speciale va al giovane agente in prova rimasto ferito e al suo collega, agenti che hanno mostrato coraggio e capacità professionali notevoli”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento