domenica, 25 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Gli Usa e la ‘doppietta’ economica sull’Europa
Pubblicato il 23-12-2016


TTIP-Usa-UEL’economia USA sta accelerando. La crescita è ai massimi da due anni. Nel terzo trimestre il PIL degli USA è cresciuto del 3,5%, più di quanto inizialmente previsto nella misura del 3,2%. Il terzo trimestre conferma che la ripresa economica americana continua e tende ad accelerare dopo un inizio di anno lento con +0,8% nel primo trimestre e +1,2% nel secondo trimestre.
L’incremento del PIL è spinto dai consumi saliti al 3% in misura maggiore del 2,8% stimato inizialmente.
Attualmente, la crescita del PIL stimato per l’eurozona si aggira attorno all’1,7%, circa la metà della crescita statunitense.
In passato, il contagio dell’economia statunitense, nel breve periodo raggiungeva l’Europa. Oggi dobbiamo attendere gli stessi effetti? L’Europa continuerà ad essere influenzata dall’economia degli USA ed in quale misura?
La sola politica monetaria unitaria non è più sufficiente. Diventa sempre più necessario unificare il mercato del lavoro, del welfare e le politiche fiscali.
Manca ancora una politica estera unitaria, una politica industriale unitaria. E’ necessario proseguire l’integrazione economica e sociale degli Stati dell’Unione Europea.
L’unità monetaria europea, nella sua realizzazione, è stata concepita come il primo importante passo per proseguire verso l’unificazione degli Stati d’Europa.
Purtroppo dopo venti anni, i cittadini europei, non vedono ancora altri significativi passi avanti per realizzare il sogno europeista.
Le remore nazionaliste sono ancora un forte ostacolo. Andrebbero superate al più presto e sostituite con una cultura europeista. Il lavoro è grande ma non impossibile. Basterebbe una ferma volontà realizzativa come quella che animò i padri fondatori della Comunità Europea.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento