lunedì, 20 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Aumenta il potere d’acquisto delle famiglie
Pubblicato il 05-01-2017


Istat-carrello spesaOggi l’Istat comunica l’aspetto positivo della deflazione: l’aumento del potere d’acquisto delle famiglie. Il reddito reale delle famiglie è aumentato nel terzo trimestre del 2016 dello 0,1% sul trimestre precedente e dell’1,8% su base annua. In termini tendenziali il reddito disponibile delle famiglie aumenterebbe dell’1,9%.

Rispetto al trimestre precedente, il reddito disponibile è aumentato dello 0,2% ed i consumi sono cresciuti dello 0,3%. Nello stesso periodo, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici ha raggiunto il 9,3%. Rispetto allo stesso periodo del 2015, la crescita è stata dello 0,6%.

La pressione fiscale continua a restare molto alta, al 40,8% anche se diminuita dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Il rapporto deficit/Pil, pari al 2,1%, è in lieve peggioramento, dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. L’indebitamento netto della PA nei primi tre trimestri del 2016 si è fermato al 2,3% del PIL significando un calo dello 0,3% rispetto allo stesso periodo del 2015.

La quota di profitto delle società non finanziarie è rimasta invariata rispetto all’anno precedente con il 41,7%. Il tasso di investimento è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente attestandosi al 19,4%. Per gli investimenti fissi lordi, si segnala una crescita del 2,2% in termini congiunturali e del 3,8% in termini tendenziali.

I deboli segnali positivi fanno accendere qualche speranza per un prossimo superamento della crisi economica. I dati sono ancora molto marginali e si possono paragonare allo stato di salute dell’ammalato che non peggiora ma che non è ancora guarito, però forse sta migliorando.

Salvatore Rondello

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento