venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

SPARI IN MOSCHEA
Pubblicato il 30-01-2017


canadaSei persone sono morte e altre otto sono rimaste ferite nell’attentato messo a segno nella tarda serata di ieri in una moschea di Quebec, in Canada. Lo ha reso noto la polizia. Il premier Justin Trudeau ha condannato “questo attacco terroristico contro musulmani in un centro di preghiera e accoglienza”, sottolineando che i “canadesi di fede musulmana sono un importante parte della nostra società”.

La polizia ha quindi riferito dell’arresto di due persone per “atto terroristico”, non escludendo che una terza persona sia riuscita a fuggire. Secondo alcune testimonianze citate da Radio Canada, due uomini sono entrati nel centro culturale islamico e hanno aperto il fuoco contro i fedeli riuniti per la preghiera serale, perlopiù uomini. Il Centro culturale islamico di Quebec, noto anche come la grande moschea di Quebec, era già stato preso di mira lo scorso giugno, durante il mese sacro del Ramadan, quando venne lasciata una testa di maiale all’ingresso.

L’attacco è stato messo a segno dopo che il Canada ha detto di essere pronto ad accogliere musulmani e migranti a fronte delle restrizioni in materia di immigrazione introdotte venerdì scorso dal presidente americano Donald Trump.

Erano una cinquantina le persone presenti all’interno del Centro islamico culturale di Quebec quando due uomini a volto coperto hanno fatto irruzione e hanno sparato. “Due persone sono state arrestate”, ha detto il portavoce della polizia Cristine Coulombe, precisando che “al momento niente ci porta a credere che ci siano altre persone coinvolte”. “I due uomini avevano un cappuccio nero” e un “forte accento del Quebec”, ha detto un testimone intervistato da Radio Canada. Quando hanno iniziato a sparare “gli uomini si sono gettati a terra”, ha aggiunto. Un uomo che frequenta un’altra delle moschee presenti in città ha detto: “Conosco le persone che erano dentro e non avrei mai pensato che potesse succedere una cosa del genere”.

trudeau“L’Unione europea è con il Canada e con tutti i canadesi in questo triste giorno” scrive su twitter Federica Mogherini, alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni,  incontrando il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, a palazzo Chigi ha espresso “le nostre condoglianze al governo canadese e al presidente Justin Trudeau per l’attacco di ieri sera a una moschea di Quebec city”

Già lo scorso giugno, la moschea era stata oggetto di un atto oltraggioso. Durante il ramadan, il mese sacro ai musulmani, era stata lasciata una testa di maiale davanti all’entrata, insieme a un biglietto che diceva “Buon appetito”. In Canada sono circa 1,1 milioni i musulmani, stando ai dati dell’Istituto di Statistica. Il premier ha tenuto oggi a rimarcare che “la diversità è la nostra forza e, come canadesi, la tolleranza religiosa è un valore che ci è caro”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento