giovedì, 27 aprile 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ordigno a Firenze. Nencini, non è politica ma terrorismo
Pubblicato il 01-01-2017


firenze-bomba-1-gennaio“Sono vicino all’artificiere che ha rischiato la vita, e alla sua famiglia. Brutto clima quando si usano Le bombe contro obiettivi politici. Non è politica, è terrorismo, e va condannato senza tentennamenti'”. È quanto ha detto il segretario del PSI, Riccardo Nencini, dopo che stamane a Firenze è esploso un ordigno nei pressi di una libreria riconducibile a Casapound, dove è rimasto ferito un artificiere della polizia.

Una pattuglia della polizia aveva trovato un involucro sospetto davanti al locale in via Leonardo Da Vinci, non lontano dal centro storico. Secondo le prime informazioni, gli artificieri giunti sul posto hanno lavorato all’ispezione o al disinnesco del pacco-bomba e uno è rimasto ferito dall’esplosione. Tutto è accaduto attorno alle 5:30 di oggi. L’artificiere, sottoposto ad un intervento chirurgico, rischia di perdere un occhio e di avere una mano fortemente compromessa. L’ordigno, secondo quanto appreso, era dotato di un timer collegato al pacco-bomba con dei fili elettrici. Sul posto la Digos e gli agenti della scientifica.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento