martedì, 21 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Prima nazionale al Sistina per il maestro di Tango Adriano Mauriello
Pubblicato il 25-01-2017


MAURIELLOPrima nazionale al Teatro Sistina per il maestro di Tango Adriano Mauriello che porta in scena, sabato 11 febbraio, lo spettacolo “Revelaciòn, A la sombra de un tango abrazàme para siempre”.

Un appuntamento imperdibile, lo spettacolo teatrale che unisce una storia d’amore raccontata a passi di Tango Argentino.

Mauriello porta nella Capitale “Revelaciòn”, dopo essere stato l’unico italiano ospite d’onore al «Festival internazionale del Tango» di Buenos Aires, dove ha conquistato gli addetti ai lavori e la critica, che lo hanno definito lo «spettacolo più bello dedicato al tango che si sia visto negli ultimi decenni!».

Tutti gli stili del tango si fondono magicamente in uno stesso show, e l’originalità del ballo, della musica e della sceneggiatura diventa la cifra di uno spettacolo che ha per unico protagonista il tango.

Completamente diverso dai classici cliché degli spettacoli degli ultimi 30 anni: Revelaciòn ha un soggetto teatrale, una storia d’amore interpretata da attori protagonisti e ballerini di livello internazionale, che la fanno “vivere” al pubblico col supporto della musica dal vivo. Revelaciòn è la rivelazione della verità, contenuta simbolicamente in un baule rosso, per il cui contenuto la protagonista Catalina ha sacrificato la propria vita, cioè per amore di Alejandro, l’artista di strada che fa di tutto senza perdere i propri valori per realizzare il suo grande sogno di diventare ballerino, mettendo da parte un sentimento come l’amore, lo stesso che Catalina nutre per lui, il quale egoisticamente prova questo sentimento solo per il Tango.

Il giorno che arriva a consacrarsi come ballerino, si rende conto che Catalina, già affermata ballerina, dà la sua vita per amore. Lui ormai solo, comprende che il vero sentimento è l’amore e la forza che ti dà, non è l’obiettivo e la passione per la consacrazione di un artista, ma è l’amore che ti spinge oltre.

Coreografie, ritmo e musica si fondono per arrivare al cuore del pubblico, per trasmettere un profondo e significativo messaggio: fino a dove spinge l’amore? Perchè si sceglie di morire per amore? In fondo qual’ è la sua essenza? Con questo spettacolo si vuole dimostrare che l’amore è infinito e quando esiste ed è reale, spinge ovunque si voglia.

Adriano Mauriello, coreografo e ballerino dal 1997, con impegno e dedizione, nel 2005 ha fondato l’Accademia di Tango «A.n.i.t.a», mentre l’anno successivo ha iniziato la sua inarrestabile ascesa come primo ballerino nello spettacolo «Tango y baile»: un crescendo di popolarità che gli è valso il titolo di «Acadèmico honoris causa» dell’«Academia Nacional del Tango» di Buenos Aires.

Pur trattando un tema leggero non possiamo dimenticare gli eventi drammatici che hanno colpito il Centro Italia negli ultimi mesi, aggravati, dal peggioramento delle condizioni meteorologiche e dalle continue scosse dei giorni scorsi. Per questo motivo A.N.I.TA, Accademia Nazionale Italiana Tango, ha deciso di devolvere parte del ricavato della prima nazionale alle popolazioni delle zone colpite.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento