giovedì, 25 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Rai. Si dimette Verdelli dopo bocciatura piano news
Pubblicato il 03-01-2017


PRESENTAZIONE DI MYSELF - MILANO - AL TEATRO PICCOLO DI VIA ROVELLO LA PRESENTAZIONE DI MYSELF, NUOVA TESTATA MENSILE FEMMINILE DI CONDE' NAST. NELLA FOTO PRESIDENTE DI EURISKO GIUSEPPE MINOIA, CARLO VERDELLI VICEPRESIDENTE DI CONDE' NAST

“Una persona perbene prende atto che nella seduta del consiglio di amministrazione odierna il piano da lui messo a punto sarebbe stato bocciato e accantonato, perché ritenuto pericoloso e irrealizzabile. Chi lo propone non può che prendere atto che non gode più della fiducia dei vertici e rassegnare le sue dimissioni. Non ci può essere un direttore che non ha la fiducia del consiglio di amministrazione”. Con queste parole il direttore editoriale per l’offerta informativa Rai Carlo Verdelli ha annunciato le sue dimissioni, il direttore editoriale lascia l’azienda dopo la bocciatura del suo piano editoriale da parte del consiglio di amministrazione riunito in via informale e in sua assenza. Il piano di riforma del sistema delle news (il trasferimento del Tg2 a Milano, le macroregioni, l’integrazione tra Rainews e Tgr) è naufragato oggi al secondo confronto in cda sull’ipotesi di riforma messa sul tavolo lo scorso dicembre. I consiglieri avevano detto che Campo Dall’Orto si sarebbe occupato di una “rivisitazione” sulla base delle indicazioni proposte dagli stessi consiglieri nel corso del dibattito. La “rivisitazione” è questa la formula lessicale scelta, affidata al direttore generale Antonio Campo Dall’Orto e che sarà fatta sulla base delle indicazioni venute dagli stessi consiglieri nel corso del serrato dibattito, e alla luce anche – «e comunque», viene sottolineato – del lavoro svolto dal team Verdelli.
Le dimissioni di Verdelli hanno anche un significato politico, il suo addio segue quello di Francesco Merlo, editorialista di Repubblica che il direttore editoriale avrebbe voluto come braccio destro. E ancora prima la redazione di RaiSport aveva sfiduciato il direttore Gabriele Romagnoli, un’altra figura vicina a Verdelli. Tutte figure, tra l’altro, ritenute vicine allo stesso direttore generale Campo Dall’Orto, il quale resta l’ultimo segmento della “nuova Rai” nata con le nomine del governo Renzi. Peraltro nel giorno in cui è stato deciso che Bianca Berlinguer – ritenuta di indirizzo anti-governativo – da febbraio prenderà il testimone della prima serata del martedì su Rai3.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento