lunedì, 27 marzo 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Antonio Ciuna:
Il Mezzogiorno specchio del Paese
Pubblicato il 08-01-2017


Gentile Direttore Mauro Del Bue,
E’ noto che l’economia del Mezzogiorno stenta a decollare . Molti fattori negativi incidono per il verificarsi di tale fenomeno:
la mancata riforma delle burocrazia ; il perdurare dei costi pubblici per il mantenimento delle Provincie;la mancanza di investimenti pubblici e privati per realizzare le indispensabili infrastrutture per velocizzare i trasporti,alquanto carenti in Sicilia e Calabria;le assurde e inspiegabili lentezze della Giustizia nel definire i contenziosi tra gli enti pubblici e i privati, potenziali investitori in campo industriale e commerciale;l’incomprensibile miriade di leggi,decreti e ordinanze degli enti locali,spesso in contrasto fra loro che frenano maledettamente la dinamicità dell’economia reale.
Ancora un volta un alto esponente dello Stato,quale il Presidente dell’ ISTAT Alleva ,avverte che il superamento della crisi non è per tutto il nostro Paese,ma solo per una parte di esso e quindi è indispensabile investire le risorse per sviluppare le regioni del Sud anche se si dovrà andare incontro alle ostilità di alcune nazioni della Comunità Europea.
Il nostro Paese ha tutte le potenzialità per divenire una nazione moderna e efficiente alla pari con le altre nazioni dell’Europa Settentrionale.
E’ la nostra Politica che è carente di uomini e di idee. Il pensare che attualmente esistono in Italia più di trenta tra partiti,partitini e movimenti politici.ci si chiede come potrà essere governabile in futuro in nostro Paese?
E’ doveroso comunque sperare in un Paese migliore e sono fiducioso che ciò avverrà con le nuove generazioni.
Un piccolo spiraglio si sta aprendo per l’economia della città di Messina nonché per la Sicilia e speriamo vivamente che possa realizzarsi.
Una holding indiana,rappresentata dall’imprenditore Mahesh Panchavaktra intenderebbe investire centinaia di milioni di euro per realizzare nella zona industriale di Pace del Mela,a monte del comune di Milazzo,un grande scalo transcontinentale.
Se verrà realizzata tale importante infrastruttura, di grande valore strategico, si realizzeranno altre importanti infrastrutture nel campo dei trasporti,del turismo e dei commerci .
Voglio sperare che i movimenti populisti,ambientalisti o di altra natura non si opporranno alla realizzazione di tale importante infrastruttura.
Cordiali saluti

Antonio Ciuna

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento