venerdì, 22 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serial Killer per Signora al Sala Umberto di Roma, uccidere con successo
Pubblicato il 28-01-2017


serial killer per signoraCristopher Kit Gill e Morris Bromo sono i protagonisti di questa commedia musicale che nasce da una novella di William Goldman, poi divenuta film, infine adattata per il teatro da Douglas J. Cohen, autore sia delle musiche che della drammaturgia. Kit e Morris non si conoscono e nessuno dei due sa dell’esistenza dell’altro. Kit è un attore disoccupato, da poco orfano di una madre che ne ha condizionato pesantemente l’esistenza. Si trattava di una grande attrice, troppo impegnata per donare l’affetto e le attenzioni di cui il figlio avrebbe avuto bisogno. Morris è un detective della polizia di New York, non più giovanissimo. Ha scelto di rimanere vivo e di non cercare clamori carrieristici. Nemmeno la vita privata brilla: vive ancora a casa con la madre, una signora ebrea invadente e possessiva. Poi Kit commette il primo omicidio, nel tentativo di emulare il successo della madre, ma in modo assai diverso. Un omicidio che evidenzia una psiche malata, tanto malata da telefonare al distretto di Polizia per lamentarsi della poca attenzione che la stampa gli ha dedicato. Kit cerca Morris ed inizia un rapporto simbiotico tra i due e le loro rispettive “carriere”.

L’opera in due atti portata in scena al Sala Umberto vede protagonisti nei panni di Morris e Kit rispettivamente Giampiero Ingrassa e Gianluca Guidi, quest’ultimo anche nelle vesti di regista. Ed è proprio Gianluca Guidi che ci spiega come “Kit, uccidendo, ottiene la prima pagina del New York Times e, secondo la sua mente malata, raggiunge il successo. Morris ne diventa l’inseguitore e potenziale carnefice, dando lustro alla sua sbiadita carriera. Nutrendosi uno dell’altro, iniziano una gara senza esclusione di colpi che, inevitabilmente, avrà un solo vincitore” . Ne nasce dunque un rapporto in cui sono l’uno il compendio dell’altro.

Al fine di non destare sospetto e rubare la vita delle sue vittime, il killer Kit deve convincentemente impersonare una serie di tipi di New York – dal prete irlandese, all’istruttore di ballo latino-americano, alla donna sola – e nell’interpretazione dei vari personaggi troviamo un delizioso Gianluca Guidi. Molto convincente e delicata anche la performance di Giampiero Ingrassia nei panni del poliziotto Morris, che vive ancora con una madre fin troppo premurosa, interpretata da Alice Mistroni. Ma a colorare la vita grigia di Morris penserà una una affascinante giovane donna dell’Upper Class newyorkese, interpretata da Teresa Federico, che contribuirà non poco a mettere confusione nella vita del povero detective Morris Bromo.

Le scenografie sono molto curate e dinamiche, come si conviene ad una commedia musicale dai ritmi incalzanti. Dallo sfondo nero si aprono ed arrivano in scena numerosi ambienti e viene anche giocata la carta del trompe-l’oeil. Le luci, anche esse molto mutevoli, sono adeguate ai rapidi cambiamenti scenici. Adeguati i costumi. Le liriche originali sono state adattate in maniera brillante e colta da Giorgio Calabrese, grande maestro della musica leggera italiana, beneficiando della direzione musicale originale di Riccardo Biseo con materiale aggiunto e orchestrato da Ciro Catrravano. Nel complesso una commedia musicale molto divertente, ricca di belle melodie e canzoni, dinamica, magistralmente interpretata da tutti e quattro gli attori presenti sulla scena. Grande successo di pubblico alla prima, a cui hanno assistito numerosi protagonisti del mondo dello spettacolo italiano. Al Sala Umberto di Roma lo spettacolo sarà replicato fino al 5 aprile.

Al. Sia.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento