martedì, 23 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Terremoto: Psi presenta pdl per No Tax Area
Pubblicato il 31-01-2017


Terremoto AmatriceAiutare i terremotati con tutti i mezzi possibili. Anche con quello della leva fiscale e soprattutto con misure che favoriscano ripresa economica e sviluppo sociale a cominciare dall’istituzione di una no tax area.

Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, intervenendo in Aula alla Camera ha fatto il punto sugli sviluppi della situazione di emergenza ricordando quali sono stati gli interventi già messi in atto e quelli ancora da mettere a punto. “Nel Consiglio dei ministri del 20 gennaio – ha detto Del Rio – è stato esteso lo stato di emergenza e deliberato un primo stanziamento e nei prossimi giorni il Governo varerà un decreto appunto per cercare di affrontare in maniera sempre più efficace questo tipo di emergenze, che pure hanno caratteristiche di straordinaria eccezionalità, ma che devono trovarci non sazi, non appagati, ma sempre in continua necessità di miglioramento per il dolore e per la fatica che stanno sopportando le nostre popolazioni colpite”,

I deputati socialisti Oreste Pastorelli e Pia Locatelli hanno presentato una proposta di legge per aiutare le popolazioni in difficoltà, fiaccate ulteriormente dalle scosse del terremoto che in questi mesi hanno messo in ginocchio diverse aree dell’Italia centrale. È evidente che una situzione del genere deve essere necessariamente accompagnata da misure che favoriscano la ripresa economica anche e soprattutto mediante la realizzazione di nuovi investimenti. In questo contesto, la proposta socialista, chiede la realizzazione di Zone economiche speciali (Zes). Di recente sono state diverse zone franche, tra cui quelle de L’Aquila e dell’Emilia a seguito dei terremoti che hanno interessato i territori. In queste zone sono previste agevolazioni fiscali e previdenziali per rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale delle micro e delle piccole imprese. Per esempio l’esenzione di aclune imposte come Irap e Imu. Tali misure però, pur se utili, da sole non bastano: non sono sufficienti per un rilancio economico e sociale di un territorio vasto qual è quello colpito dal sisma.

In tali zone, insistono i parlamentari socialisti, vanno previste delle Zone economiche speciali nelle quali, oltre alle imprese già esistenti, si possano insediare nuove imprese grazie ai benefici che tali strumenti offrono. Una Zes infatti è una zona in cui sono adottate specifiche leggi finanziarie ed economiche realizzate con l’obiettivo di attrarre investitori grazie ai trattamenti vantaggiosi. “La situazione nel centro Italia – ha affermato Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera, dopo l’informativa –  è ancora drammatica e le zone colpite non riescono a ripartire. Il problema principale si chiama burocrazia, che sta uccidendo non solo le economie dei territori, ma soprattutto le speranze di rinascita dei nostri connazionali. E’ evidente, dunque, come una situazione del genere debba essere necessariamente accompagnata da misure che favoriscano la ripresa economica e lo sviluppo sociale”.

“Appare quanto mai urgente – prosegue il parlamentare socialista – istituire una vera e propria No Tax Area che comprenda tutti i comuni del cosiddetto cratere. All’interno di queste Zone Economiche Speciali le imposte verrebbero ridotte o azzerate, sia alle imprese che ai singoli cittadini. La componente socialista, proprio per stimolare la rapida ripartenza delle aree ormai completamente immobilizzate, ha presentato ieri una proposta di legge che va proprio in questa direzione: semplificazione e burocrazia cancellata. Secondo noi, questa è l’unica via da percorrere per dare un po’ di sostegno a chi ha perso tutto”.

Edoardo Gianelli

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento