domenica, 16 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Top & Flop. Nainggolan-Dzeko: il bello e il brutto della Roma
Pubblicato il 17-01-2017


I giallorossi passano 1-0 a Udine grazie a un gol gioiello del centrocampista belga e approfittano del quarto ko stagionale della Juventus, sconfitta a Firenze. Tengono il passo Napoli, Lazio e Inter, in coda i giochi sembrano già fatti. Vediamo i top & flop di questa giornata.
naingolanTOP – Al terzo posto Christian Puggioni. Il portiere della Sampdoria è stato decisivo nell’opaco 0-0 dei blucerchiati in casa contro l’Empoli, parando un calcio di rigore al georgiano Mchedlidze. In generale, l’estremo difensore dei liguri non sta facendo rimpiangere l’assenza (prolungata) del titolare Viviano. Da gregario a protagonista. Al secondo posto Marco Borriello, ex ingrato. Nello spettacolare 4-1 del Cagliari al Genoa, il 34enne attaccante ha realizzato una doppietta alla sua ex squadra, trascinando così i sardi ad un importante successo. C’è chi lo dava ormai per finito, invece l’attaccante campano si sta prendendo le sue rivincite. Al primo posto c’è Radja Nainggolan, decisivo con un bellissimo gol nel successo per 1-0 della Roma a Udine. Il premio andrebbe dato a tutta la squadra giallorossa: la difesa prende meno gol, Strootman e Rudiger sono completamente recuperati, Fazio ed Emerson Palmieri piacevoli sorprese e, in generale, Spalletti ha dato la giusta filosofia a una squadra che nelle scorse stagioni si esaltava per nulla. Ora lo scudetto (Juventus a -1 con una gara in meno) non è utopia.

FLOP – Al terzo posto Paulo Dybala. Non è solo lui il colpevole della sconfitta della Juventus a Firenze, però l’attaccante argentino è apparso fuori forma, mai nel vivo del gioco e, nei minuti finali, ha fallito una buonissima occasione per il potenziale 2-2. Forse le voci dell’interessamento di Real Madrid e Barcellona, con il rinnovo del contratto che tarda ad arrivare, lo stanno disturbando. Al secondo posto Adem Ljajic: grave il suo errore dal dischetto in Torino-Milan. Sul punteggio di 2-0, se l’ex interista avesse calciato meglio il rigore, il punteggio sarebbe andato in cassaforte per i granata. Bravo Donnarumma a neutralizzare la conclusione, bravi i rossoneri a rimontare nel secondo tempo, ma inevitabile tiratina d’orecchie al calciatore serbo. Ma a proposito di rigori, ha fatto peggio dagli 11 metri Edin Dzeko in Udinese-Roma. Buon per lui che i giallorossi hanno vinto, perché l’attaccante bosniaco ha calciato un penalty inguardabile, con la palla terminata altissima e, di conseguenza, scatenando l’ironia impietosa sul web.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento