lunedì, 27 marzo 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Turchia. Autobomba e spari al tribunale di Smirne
Pubblicato il 05-01-2017


smirneLa Turchia di nuovo sotto attacco, stavolta l’attentato è avvenuto al Tribunale di Izmir (Smirne), all’ingresso riservato ai giudici e procuratori.
L’esplosione sarebbe stata provocata da due autobombe provocando nell’immediato la morte di un poliziotto e un impiegato del tribunale davanti al Palazzo di Giustizia. Nel successivo scontro a fuoco tra terroristi e polizia, i due attentatori sono stati uccisi, mentre il terzo è ancora in fuga. I feriti sono undici, tra questi alcuni agenti.
Gli attentatori entrati in azione di fronte al tribunale di Izmir, in Turchia, rende noto il governatore di Izmir, Erol Ayyildiz, avevano due Kalashnikov e otto bombe a mano. Le armi sono state sequestrate dalla polizia. Secondo Ayyildiz, i primi indizi lasciano intravedere la mano dei curdi del Pkk dietro l’attentato.
E mentre si cerca ancora il killer di Capodanno, Erdogan sta imponendo all’interno una forte repressione antidemocratica. Tutte queste spinte rendono lo stato turco suscettibile di attacchi di diversa matrice.
Ieri a Izmir sono stati eseguiti oltre 30 arresti in relazione all’attentato della notte di Capodanno a Istanbul.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento