mercoledì, 13 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bobo Craxi: “La gestione di Matteo Renzi è apparsa inefficace e divisiva”
Pubblicato il 24-02-2017


Questa mattina, ricordando l’anniversario della scomparsa di Sandro Pertini e la nascita del padre Bettino, avvenute il 24 febbraio, Bobo Craxi ha sottolineato “il ruolo politico sostenuto da entrambi in una fase storica decisiva per il nostro Paese. Sandro Pertini, la cui autorevolezza, acquisita negli anni della lotta partigiana, fu fondamentale per sconfiggere il ‘cancro’ che avvolgeva l’Italia, rappresentato dalla barbarie del terrorismo politico; Bettino Craxi, rilanciando il centro-sinistra al fine di ridare slancio e vitalità a un quadro politico italiano bloccato. D’altronde, il fallimento dell’esperienza della solidarietà nazionale aveva reso indispensabile il ruolo dei socialisti al Governo, di fronte a un Partito comunista italiano allora incapace di ogni revisionismo riformatore. Oggi”, ha proseguito Bobo Craxi, “a distanza di anni, la fine del progetto del Partito democratico rende evidente
l’incompatibilità fra le aree del cattolicesimo-democratico e quelle provenienti dalla storia del movimento del socialismo italiano. L’auspicio è che nella sinistra, nonostante molti fattori siano cambiati e malgrado la centralità del riformismo socialista sia stata relegata a un ventennio di sola testimonianza, sia finalmente possibile determinare delle convergenze sui temi fondamentali, che hanno profondamente diviso il Paese: la questione democratica e la questione sociale, sulle quali le scelte operate dalla gestione di Matteo Renzi sono apparse inefficaci e divisive. Si tratta, tuttavia, di percorsi che richiedono tempo, chiarimenti e obiettivi di lungo periodo. Penso”, ha concluso, “che i socialisti tutto debbano fare tranne che volgere lo sguardo in una direzione diversa da quella del futuro: rifiutare annessioni, ma non scansare alleanze possibili”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento