sabato, 24 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Eurozona. Il grande balzo in avanti della crescita
Pubblicato il 21-02-2017


eurozonaInaspettatamente, l’attività economica dell’Eurozona, a febbraio è balzata ai massimi da sei anni con una crescita “quasi record”. La creazione di nuovi posti di lavoro è tornata ai valori di nove anni e mezzo orsono. Questa valutazione emergerebbe dall’indice Pmi composito, l’indice anticipatore più accreditato che raccoglie le stime dei direttori degli acquisti nei settori servizi e manifattura.
L’indice è salito a 56 da 54,4 di gennaio, indicando che l’Eurozona va verso una crescita dello 0,6% nel primo trimestre 2017. Gli economisti si aspettavano, al contrario, un calo dell’indice Pmi a 54,3.
Secondo Ihs Markit, la società londinese che raccoglie i dati, i nuovi ordini e l’ottimismo delle imprese indicano un’espansione potenzialmente più forte nei prossimi mesi.
In Francia, l’indice composito dei direttori degli acquisti segna 56,2 da 54,1 di gennaio contro previsioni per un calo a 53,8. In Germania lo stesso indice segna 56,1 contro previsioni per un dato invariato a 54,8 secondo i dati Bloomberg.
Si tratta di dati raccolti da una istituzione privata e che no hanno un valore di ufficialità. Tuttavia meritano una attenzione di verifica a breve quando verranno pubblicate le indagini statistiche dell’Eurostat.
Soltanto dopo si potrebbe parlare di superamento della crisi e di inizio della ripresa. La prudenza è d’obbligo prima di riscontrare i dati con altri indici fondamentali per misurare la crescita. Inoltre, è in atto una grande incertezza politica sugli scenari internazionali e nella stessa Eurozona. L’evoluzione politica dovrebbe chiarirsi in tempi piuttosto brevi, molto probabilmente entro il corrente anno.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento