mercoledì, 23 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Listopoli: Barra decisiva nella vittoria della Valente
Pubblicato il 09-02-2017


Antonio Bassolino e Valeria Valente

Antonio Bassolino e Valeria Valente

Valeria Valente vinse le Primarie del centrosinistra nel 2016 contro Bassolino grazie al grande risultato ottenuto a Napoli Est e Napoli Ovest: le due periferie estreme regalano la vittoria alla deputata. A Napoli est determinante l’appoggio dei consiglieri comunali Antonio Borriello e Bobo Esposito. Proprio in due seggi della zona orientale la Valente raccoglie 891 voti contro i 204 di Bassolino. Ma Vero e proprio boom a Barra dove l’ex assessore comunale raccoglie ben 1109 voti contro i 422 dell’ex presidente della Regione nei 4 seggi della sezione.  E proprio a Barra venne sostenuta fortemente dalla sezione locale del PD e dal proprio segretario Salvatore Madonna, attualmente unico indagato del caso Listopoli a Napoli.

Salvatore Madonna nasce nel 1974. Dopo il diploma di ragioneria, inizia a lavorare come impiegato nel settore del trasporto pubblico locale. Nel 1989 ha conseguito il diploma di formazione politica con la Democrazia Cristiana. È stato vice segretario del circolo di Barra nel Partito Popolare e con la Margherita. Attivista sindacale della Cisl dal 97 al 2000, viene eletto nel 2006 consigliere municipale alla 6ª Municipalità. Attuale segretario del circolo Pd di Barra, viene candidato ed eletto consigliere nella lista dello stesso partito alle elezioni comunali del 2011 ed è stato uno dei forti sostenitori della candidatura dell’On. Valeria Valente a Sindaco a Napoli. Ma ieri l’ex consigliere PD in una nota stampa si autosospende dai democrat partenopei: “In relazione alle vicende che mi vedono interessato, pur ritenendo di non aver commesso alcuna irregolarità ed in attesa che la mia posizione venga chiarita, ritengo opportuno autosospendermi dal Partito Democratico”. Così la nota del consigliere Pd, Salvatore Madonna. Secondo quanto si apprende infatti, il democrat è il primo iscritto nel registro degli indagati, nell’ambito dell’inchiesta sui candidati ignari in alcune liste a sostegno di Valeria Valente del Pd alle ultime amministrative a Napoli. Secondo le prime ricostruzioni, il democrat avrebbe autenticato le firme false per ‘Napoli Vale’. Nelle prossime ore riceverà un invito a comparire: per gli inquirenti è importante sentirlo al più presto. Salvatore Madonna, tuttavia, presumibilmente non sarà l’unico iscritto. La stessa Valente è stata ascoltata dai pm come persona informata sui fatti. La deputata e consigliera comunale a Napoli da giorni ha sottolineato di non essere coinvolta nel caos delle firme false e soprattutto che è essa stessa “parte lesa”.

Francesco Brancaccio

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento