sabato, 24 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Torna Olio Capitale. Come scegliere la qualità
Pubblicato il 13-02-2017


Olio-oliva-mosca-scarso

Non è un mistero sapere che il condimento più in auge della nostra dieta sia l’olio di oliva extravergine, tuttavia siamo davvero in grado di sceglierne uno di comprovata qualità, e con quali criteri attuiamo l’opzione nei confronti di questo insostituibile ingrediente? I consigli da elargire sono molteplici e tutti da annotare – in primis – leggere con attenzione le etichette, quindi diffidare di un olio a basso prezzo, senz’altro indirizzarsi sull’extravergine e in più parecchi altri accorgimenti che sono un vero sostegno per il consumatore! Altra cosa importante – non disertare o storcere il naso dinanzi ad appuntamenti di rilievo come Olio Capitale…

Dal 4 al 7 marzo, a Trieste, prenderà il via giustappunto Olio Capitale – rinomata fiera intitolata alle migliori produzioni di olio extravergine d’oliva – giunta all’edizione numero undici! Proprio così, una lunga serie di rassegne dedicate a un ingrediente imprescindibile che ogni giorno troneggia sulle nostre tavole. L’evento è in sé invogliante non solo per gli addetti ai lavori ma anche per il consumatore – sempre più “sul chi va là” relativamente alla genuinità dei prodotti, e alquanto interessato ad assistere a kermesse o a fiere dedicate all’agrofood. Di sicuro, si tratta di un modus operandi oculato per aggiornarsi e allo stesso tempo di promozione e di valorizzazione per le aziende. Di conseguenza fiera non solo come “vetrina” statica – bensì quale archetipo dinamico dove intraprendere lesti percorsi di assaggio, che poi permettono di formulare sensazioni individuali. D’altronde, oramai, qualsiasi evento “open” scorre nella profetica rotta della reciprocità, e vale a dire al passo con il trend della comunicazione contemporanea!

Olio Capitale “spiega le vele” nel capoluogo giuliano – una connessione naturale verso Est e contesto chiave per “flirtare” con nuovi mercati, e perciò con elettrizzanti occasioni! Del resto è sufficiente osservare l’assetto geografico della città alabardata per evincere che è un avamposto cruciale per le attività di promozione e di scambio. L’esposizione avrà così luogo in uno scenario appetibile, oltremodo di un appeal effettivamente unico. Il pretesto di essere alla manifestazione offre lo spunto per far due passi in città, magari partendo da Piazza Unità d’Italia – mirabile gioiello urbanistico – quindi, senza fretta, “esplorare” una realtà esclusiva e coinvolgente. Da non perdere la vista mozzafiato su Trieste che si può godere da Opicina – raggiungibile con la funicolare da Piazza Oberdan. Tutto ciò senza negarsi all’inappuntabile gastronomia locale declinata in molteplici golose ricette e infinite bontà!

A ogni buon pro, ritornando all’happening in questione – cosa sarà “offerto” ai privilegiati ospiti? Si tratta di un’opportunità tangibile per entrare in contatto con l’olio extravergine e tutto il seguito che lo contorna – in un rendez-vous che ospita e mette sotto i riflettori centinaia di aziende del settore provenienti da ogni dove! Non mancheranno le migliori realizzazioni e tantissimi brand tra oli DOP, IGP, biologici, italiani, stranieri, fruttati intensi, medi e leggeri. Ed essere in fiera equivale trovarsi tete à tete con esperti qualificati, che conoscono a menadito la materia e i prodotti esposti – oltre a mostrare disponibilità e attenzione nei confronti degli astanti. Tutto ciò permette di soddisfare ogni curiosità, di intraprendere precisi excursus gustativi, che hanno il fine di insegnare a selezionare un buon olio d’oliva extravergine. Di fare, in soldoni, del training qualificato che è a tutti gli effetti un cadeau tecnico-culturale utilissimo!

D’altro canto far proprie le imprescindibili competenze “sull’extravergine”, i “precetti” relativi alla sua lavorazione – comprese virtù, attributi e caratteristiche – diventa occasione come poche, diciamocelo chiaramente! Nei fatti, quanto appreso potrebbe essere poi non poco utile nella vita giornaliera! Spesso, invero, insorgono dubbi e affanni innanzi all’acquisto di un olio d’oliva – quando siamo al supermercato o in un negozio – perciò acquisire pertinenti “istruzioni per l’uso” è per certo una scelta avveduta. Indubbiamente, un consumatore più smaliziato oltre a essere consapevole nell’attuare le proprie preferenze è altresì più fiducioso su ciò che sta acquistando. L’idea che l’olio extravergine sia una garanzia di bontà e purezza è ampiamente diffusa, tuttavia incontri come Olio Capitale sono allettanti proprio perché non si smette mai di conoscere, e in più chance per “toccar con mano” l’effettivo epilogo (l’olio extravergine) di ricerca meticolosa e duro lavoro. Appuntamento a Trieste, in fiera – dove il feeling con il prodotto olio è assoluto – celebrando, legittimamente, una splendida icona del Made in Italy.

Stefano Buso

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento