sabato, 24 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pisapia. Locatelli: “I socialisti pronti al dialogo”
Pubblicato il 10-02-2017


Pisapia-unioni civili“Scendo in campo di nuovo. Ieri a Milano, oggi in Italia”. “Mi metto al servizio di un impegno politico collettivo. Il protagonista non sono io. Sono loro: le associazioni che lavorano sul territorio, le amministrazioni locali, il  volontariato laico e cattolico”. Così in una intervista a ‘Il  Corriere della Sera’, Giuliano Pisapia. “Campo progressista. Un progetto del tutto nuovo, che nasce con una grandissima ambizione: offrire altro, rivoluzionare la politica, cambiarla nel profondo. Vogliamo unire storie e percorsi diversi e costruire una casa comune, per riunire chi vuole fare qualcosa per la società e non trova il  modo”. E circa l’ipotesi che qualcuno dirà che fa la stampella di  Renzi e del Pd, Pisapia spiega: “Non ho mai fatto la stampella di nessuno, e a Renzi ho sempre detto quello che pensavo”.

Parole accolte con interesse dai socialisti. “L’iniziativa di Pisapia volta a riunire la sinistra –ha detto Pia Locatelli, capogruppo del Psi alla Camera – è una proposta senza dubbio interessante e da prendere in considerazione. I socialisti sono disponibili al dialogo e da sempre favorevoli alla creazione di un’area progressista che riunisca la parte riformista e laica del Paese”. “L’Italia – ha proseguito Locatelli – ha bisogno di ritrovare la strada di uno sviluppo sano ed equilibrato, per creare nuove opportunità di lavoro, ridurre le diseguaglianze e rinvigorire il progetto europeo. C’è bisogno di ridare voce a un vasto elettorato di sinistra smarrito e confuso sostenendo un programma riformista in parte già avviato in questa legislatura. Per le sue capacità, la sua storia, l’ex Sindaco di Milano ha le carte in regola per sostenere un progetto politico che va in questa direzione, un progetto – ha concluso l’esponente socialista – che proprio a Milano ha col riformismo socialista una lunga e solida tradizione”.

Una intervista che ha suscito interessi ampi nel centro sinistra. Sono diversi infatti i commenti alla decisione dell’ex sindaco di Milano di “scendere in campo”. Il ‘Campo progressista’ lanciato da Giuliano Pisapia, “dal punto di vista del messaggio politico, è certamente interessante, dal punto di vista dell’impatto che può avere bisogna valutare: quando capiremo se è un partito o meno, sarà più facile tirare le conclusioni”, ha detto il primo cittadino del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala.

Il senatore Pd Luigi Manconi va dritto al sodo:”Da cittadino, da militante politico e da parlamentare, intendo aderire al progetto da lui  promosso che prende il nome di Campo Progressista. Penso che sia una proposta utile a tutto il centro sinistra, al fine di rilanciare l’iniziativa civica, la mobilitazione delle persone in carne e ossa, il rinnovamento delle idee e delle modalità dell’azione politica”.

Iniziativa utile e positiva viene definita da Antonio Bassolino: “Guarda giustamente in avanti, a sinistra, e si muove  nel solco della migliore e originaria impostazione dell’Ulivo e  del Partito Democratico”.

L’iniziativa di Giuliano Pisapia piace anche a Lorenzo Dellai e Paolo Ciani, rispettivamente Presidente e Coordinatore Nazionale di  Democrazia Solidale. “Merita senz’altro attenzione. Essa cerca di cogliere una domanda di partecipazione politica alla quale i partiti di oggi in larga parte non riescono a corrispondere” affermano in una nota.

Stesso positivo commento da parte del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “L’idea di tornare a unire una parte della sinistra che sui propri contenuti fa una scelta di governo e collaborazione è una sfida importante che aiuterà, quale che sia la legge elettorale, il rafforzamento del campo di forze del centrosinistra. E’ una sfida a cui guardare con rispetto ed  attenzione”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento