giovedì, 29 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Antonio Ciuna:
L’errore del Pd lo pagheremo tutti
Pubblicato il 20-02-2017


Gentile Direttore Mauro Del Bue,

Non sorprende la rigida presa di posizione politica dei vecchi esponenti del P.C.I., confluiti a suo tempo nel P.D., nel contrastare il Segretario Politico del Partito Matteo Renzi.
È un errore politico che la Democrazia nel nostro Paese pagherà a caro prezzo.
Detto errore ha avuto inizio quando l’allora Primo Ministro incoraggiato dal consenso elettorale ottenuto con le elezioni al Parlamento Europeo,ritenne imprudentemente di indire ugualmente il Referendum del 4.12.2016 che,modificando in parte la Costituzione ,dava maggiore potere all’Esecutivo nel governare il Paese,senza avere ottenuto però l’appoggio e di tutto il Partito Democratico e delle altre forze politiche nazionali
Comunque sono convinto che la vecchia classe dirigente del partito,anziché mettersi di traverso, in quel momento aveva il dovere di sostenere il Referendum del governo per assicurare al Paese una migliore stabilità e governabilità.
Tale errore si continua a perpetrare tuttora dalla Sinistra del Partito che ,non condividendo la politica congressuale del Segretario intende sciogliersi dal Partito Democratico per formare una fantomatica nuova forza politica che a mio avviso non potrà avere una valida forza politica parlamentare.
In dette circostanze il popolo ha necessità di individuare il Lider che ha le capacità di fare uscire il Paese dalla crisi e ci si domanda perché alcuni uomini politici ottengono maggiori consensi elettorali rispetto altri.
Nei periodi di gravi e lunghe crisi economiche e sociali in ogni Paese del mondo si presentano uomini di Partito o di Movimenti Populisti che riescono con abile dialettica e carisma a coinvolgere alle proprie idee le masse popolari.
Tale qualità sono emerse nel politico Matteo Renzi e mi auguro che in avvenire possa continuare a condurre la politica del nostro Paese.

Cordiali saluti

Antonio Ciuna

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento