mercoledì, 1 marzo 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Islam, apostasia e conversione
Pubblicato il 08-02-2017


In Marocco viene accolta e praticata la nuova strategia del re Mohammed VI che vuole combattere l’estremismo.Chi vuole uscire dall’Islam non rischierà più la condanna a morte.Il Consiglio superiore degli Ulema,massima autorità religiosa del paese,ha aperto la possibilità di conversione ad altre religioni.La notizia è stata riferita dal Marocco World News.Secondo le regole in vigore nei paesi musulmani,l’apostata (colui che rinnega la propria religione) è condannato a morte.Le nuove norme prevedono anche il divieto di fare proseliti tra i fedeli di Maometto,se si seguono altre fedi. La decisione degli Ulema,salva apostati e ammette altre fedi.Questo primo passo di libertà religiosa del Marocco potrebbe estendersi in altri paesi islamici ed incrementare le conversioni per altre fedi.Purtroppo in Iran sono state diffuse sconcertanti “trampate” del Presidente degli USA Donald Trump,che ha detto:”abbiate paura di me”. A tal proposito la guida suprema dell’Iran,Kamenei,ha risposto:Ringraziamo Trump,ci ha mostrato il vero volto dell’America e per più di 30 anni abbiamo parlato della corruzione politica,economica,morale dominante in USA.

Ora Trump ha rivelato tutto.Il prossimo 10 febbraio,anniversario della Rivoluzione islamica, il popolo dell’Iran effettuerà una manifestazione per contrastare le recenti rivelazioni di Trump.In quella data Kamenei terrà un discorso in risposta anche alle minacce di Trump sulle sanzioni contro l’Iran.Circa la diffusione delle religioni nel mondo va riferito che,secondo l’Istituto di Ricerca  americano Pew Research Center,entro il 2050 il numero dei musulmani eguaglierà quello dei cristiani.I cristiani resteranno il gruppo più numeroso,ma i seguaci dell’Islam aumenteranno più velocemente di ogni altro gruppo religioso.Nel dettaglio,nel 2010 il cristianesimo aveva 2,2 miliardi di seguaci su 6,9 miliardi di abitanti sulla Terra.Di contro l’Islam raccoglieva 1,6 miliardi di seguaci. La spinta che,secondo il PRC suddetto,porterà i musulmani a superare il numero dei cristiani nel mondo,nasce proprio dalla velocità di crescita della popolazione appartenente a questa fede.Infatti,se dal 2010 al 2050 la stima di crescita della popolazione mondiale è del 35% nello stesso periodo quella musulmana crescerà del 73%.Merito di una popolazione-quella musulmana-particolarmente giovane e fertile,che porteà entro il 2050 i seguaci di Allah e della Chiesa a equipararsi in numero.Le conversioni sono un altro indice da tenere in considerazione.Sempre il PRC segnala come il mondo cristiano avrà le perdite più ampie:in 40 milioni si converiranno alla Chiesa mentre oltre 106 milioni lasceranno questa fede per non abbracciarne più nessuna.Le migrazioni internazionali sono un altro fattore che influenzerà il numero di seguaci delle varie confessioni,anche se non è da considerare un aspetto determinante.

Manfredi Villani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento