lunedì, 24 aprile 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

A soqquadro sede del Psi. Nencini: inquetante episodio
Pubblicato il 12-03-2017


PsiIl Psi è stato oggetto di un inquietante episodio. Nel tardo pomeriggio di sabato, nella sede della Direzione nazionale a Roma, sconosciuti si sono introdotti furtivamente, mettendo a soqquadro gli uffici del Partito.

A dare l’allarme è stata il Capoufficio stampa del Psi Giada Fazzalari che recatasi negli uffici della Direzione, chiusi per la giornata prefestiva, al I piano di un antico palazzo di via di S.Caterina da Siena 57, ha subito notato porte e armadi forzati e spalancati, cassetti e scrivanie rovesciati in tutti gli uffici, compreso in quello del Segretario nazionale e viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini.

Sul posto sono intervenuti la Squadra mobile della Polizia di Stato, la Digos e la Polizia scientifica che hanno effettuato fino a notte i rilievi necessari. Nel frattempo sono giunti alla sede del Partito il Tesoriere del partito, Oreste Pastorelli e dal responsabile Tesseramento, Emanuele Pecheux.

Il segretario del Psi, impegnato nelle assemblee precongressuali in vista del congresso straordinario del partito che si celebrerà i prossimi 18 e 19 marzo a Roma, informato di quanto accaduto ha espresso “sgomento e preoccupazione per l’inquietante episodio. E’ gravissimo che, verosimilmente in pieno giorno, degli sconosciuti si siano introdotti nella nostra sede mettendola a soqquadro. Di certo non cercavano soldi. Allo stato delle cose – ha aggiunto Nencini – non siamo in possesso di elementi tali da poter capire chi possano essere gli autori di un fatto così grave e il motivo del gesto. Mi auguro che siano individuati nel più breve tempo possibile. Nelle prossime ore procederemo a un inventario per meglio comprendere la matrice dell’episodio criminoso e per fornire ulteriori elementi di valutazione agli investigatori” -ha concluso Nencini.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. L’episodio è indubitabilmente grave, e preoccupante, e va ad allungare la lista – ormai interminabile, verrebbe da dire – di quanti si sono visti svaligiare la propria abitazione, o “violare” più in generale la proprietà, accrescendo sempre più il nostro senso di vulnerabilità e insicurezza.

    Io penso che il tema “sicurezza” dovrebbe aggiungersi all’elenco degli argomenti citati dalla Portavoce PSI nell’articolo “Ripartiamo dalle nostre 14 proposte”, scendendo anche nel merito delle misure prefigurabili al riguardo.

    Paolo B. 12.03.2017

  2. Carissimi Compagni della Redazione e carissimi Compagni della Direzione del PSI
    Nella loro Storia sia le sedi del PSI che l’Avanti hanno subito aggressioni, incendi e atti i vandalismo.
    Disponiamo solo dell’Avanti per fare sentire la nostra VOCE.
    Penso che sarebbe utile, oltre che necessario, inviare come Avanti una denuncia alle Redazioni dei principali quotidiani, delle emittenti televisivi, tra cui quelle del Servizio Pubblico RAI, nonché invitare i nostri Parlamentari a farsi promotori di un’interpellanza per la denuncia di questo vile attacco ad una Sede della Rappresentanza democratica qual’è appunto un Partito politico.
    Sarebbe interessante registrare poi quale sarà il numero delle Redazioni che risponderanno al nostro appello e lo stesso dicasi da parte delle Presidenze del Parlamento
    Un forte abbraccio di vicinanza a tutti.
    Nicola Olanda.

Lascia un commento