mercoledì, 26 aprile 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Equitalia, fino al 21 aprile si potranno rottamare cartelle
Pubblicato il 14-03-2017


Il Governo provvede a dare una boccata d’ossigeno agli italiani per rottamare le proprie cartelle con Equitalia.

equitalia_fgIl governo varerà nei prossimi giorni un decreto legge per prorogare al 21 aprile l’adesione alla ”definizione agevolata delle cartelle Equitalia”, cioè della cosiddetta rottamazione. Lo si apprende da fonti del Mef, Ministero dell’Economia, dopo che l’emendamento al Dl terremoto per spostare i termini di adesione è stato dichiarato inammissibile. Il decreto – spiegano le fonti del Mef – sarà varato nei prossimi giorni e sposta la data di adesione ora fissata al 31 marzo. Viene inoltre ricordato che la rottamazione riguarda anche i ruoli degli altri enti che hanno aderito pur non avendo affidato la riscossione ad Equitalia.

Nel decreto legge troverebbe posto anche il contenuto dell’emendamento Sibilia (M5S) che consente il rilascio di un Durc provvisorio alle imprese che aderiscono alla rottamazione.
La rottamazione consiste in una sanatoria delle cartelle esattoriali, multe comprese, ma anche le notifiche di accertamento dell’Agenzia delle Entrate su Irpef, Irap, Ires, contributi previdenziali e Inail e Iva, esclusa quella da import.

Intanto l’ad di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini, è stato nominato commissario straordinario per gli adempimenti propedeutici all’istituzione della nuova Agenzia delle Entrate-Riscossione, che subentrerà a Equitalia dal primo luglio. Lo prevede il Dpcm del 16 febbraio pubblicato in Gazzetta ufficiale che fissa la data dell’incarico fino al 30 giugno 2017. Il commissario avrà anche il compito di assicurare la piena operatività del nuovo ente pubblico economico.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento