martedì, 25 luglio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Leonardo Scimmi
Gli europeisti
Pubblicato il 22-03-2017


Difficile trovare un nome per riunire socialisti laici radicali ambientalisti e popolari.
Cosa li unisce non é evidente ad un primo sguardo.
Invece a ben analizzare la storia degli utlimi 25 anni e la situazione odierna in Italia ed in Europa, c’é molto che li unisce, o per lo meno qualcosa di molto importante.
Non solo le battaglie laiche ed ambientaliste.
Non solo la comune storia socialista.
Non solo il senso di responsabilità per le sorti del Paese.
Ma anche e soprattutto la comprensione dell’urgenza e dell’importanza di combattere una battaglia per l’Europa, contro i nazionalisti e contro i fondamentalisti.
Gli europeisti sono oggi coloro che rifiutano la retorica sovranista, la propaganda anti Euro e contro Bruxelles.
Gli europeisti oggi vogliono costruire gli Stati Uniti d’Europa, e sono pronti ad unirsi per farlo, partendo dall’Italia, dal senso di responsabilità, dal comune progetto europeo.
Gli europeisti sono a favore della cultura e dell’ identità europea, sono a favore del federalismo europeo, di una difesa europea, di una politica estera europea, di una democrazia maggioritaria europea, di un collegio elettorale europeo, di un fisco europeo, di una spesa pubblica europea, di un servizio civile europeo, di una scuola comune europea, di un Erasmus continuo degli stati e delle persone, per formare quella cittadinanza europea sostanziale di cui si ha oggi bisogno, per confrontarsi con i grandi players del mondo e con le sfide della globalizzazion e della teconologia.
Gli europeisti sanno che le soluzioni migliori per i singoli cittadini, dal lavoro alla scuola, verranno da una unione europea unita ed efficiente.
Gli europeisti ci sono e sfidano tutti i populismi, i demagoghi ed i nazionalisti che vogliono far piombare il mondo nel secolo scorso con il rischio di ripetere drammi ancora recenti.
Gli europeisti guardano avanti con fiducia nel progresso e nell’Europa e sono pronti ad agire in autonomia convinti che non c’é miglior progetto degli Stati Uniti d’Europa.

Leonardo Scimmi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento