lunedì, 23 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nicola Olanda
In Romagna ho rivissuto l’Emozione del Socialismo
Pubblicato il 13-03-2017


Sabato 11 marzo, per l’appuntamento congressuale, come Socialisti dell’Area Vasta della Romagna ci siamo riuniti a Russi per parlare di politica e per condividere il Pane socialista.

Il giovane Segretario della Sezione di Russi ha fatto uno splendido lavoro rendendo felice il nostro “Senatore di Ravenna” che oltre a coordinare la sua Federazione si è reso promotore di organizzare in modo impeccabile tutto l’impegnativo lavoro di raccordo con le Federazioni della Romagna per fare assegnare a questi lavori congressuali la più ampia adesione. Il successo della Manifestazione l’ha compensato del suo impegno quotidiano che svolge con passione, competenza e grande esperienza. Per non dimenticare nessuno non ho fatto e non farò dei nomi, perché i protagonisti in assoluto sono stati i tantissimi Socialisti della Romagna.

Quella che abbiamo vissuto a Russi è stata una bellissima Festa Socialista.

Erano anni che non vedevo una Sede Socialista stracolma con diversi compagni in piedi e prossimi all’entrata. Questo quadro mi ha commosso ed ancora ora, nel ricordarvelo, mi si appanna la vista e mi compare lo stesso nodo alla gola che durante il mio intervento mi ha messo in difficoltà.

Ho apprezzato anche l’intervento di saluto del Sindaco del PD, e mi sembrava di sentire parlare un Socialista. Ciò mi rendeva ancora più evidente il rammarico delle divisioni nella Sinistra, che aldilà delle varie etichette con cui si connota, nei contenuti che esse esprimono sono assimilabili a molti filoni della Cultura socialista.

Mi ha fatto anche molto piacere sentire pronunciare dal Sindaco l’apprezzamento per i nostri due compagni in giunta. Grazie anche a loro che fanno onore con il loro impegno al lavoro politico e sociale socialista.

La nostra grande Cultura è risaltata nel Mosaico dei documenti che sono stati portati all’attenzione ed alla riflessione delle compagne dei compagni presenti.

In aggiunta a quello congressuale Vi leggo i titoli perché da essi si può riscontrare come l’identità Socialista emerge evidente::

“Per i Socialisti prima il Lavoro”,  “Politica come Passione, Socialismo come libertà”, “Avanti Futuro”.

Le sofferenze per l’oblio in cui sono confinati i Socialisti e la loro Storia, la necessità di riacquistare la nostra autonomia e l’identità dei nostri valori erano presenti fra noi Socialisti, ma più che trasferirle nei Riti del Congresso, è prevalso lo spirito di volerci sentire una Comunità che vuole nutrirsi di Unità aldilà delle differenze d’opinione che a volte comporta un sano e benefico confronto democratico com’è stato nel passato, e come dovrebbe continuare ad essere oggi nel PSI. Gli argomenti e i sentimenti trasmessi da questi documenti hanno infatti avuto la possibilità di recepire queste attese dei Socialisti presenti.

Soffrendo il Congresso di una Mozione alternativa di confronto rispetto all’Unica che sostiene Nencini, il Documento “Avanti Futuro” è stato sviluppato da un gruppo di giovani socialisti e verrà presentato al Congresso con l’auspicio di ottenere la percentuale di adesioni sufficiente per potere diventare un’integrazione a quello che sostiene Nencini. Spero tanto che i Congressisti non facciano mancare il loro appoggio a questi giovani che hanno sviluppato in un’ottima ed ampia raccolta di Tematiche, un prezioso contributo propositivo per i futuri impegni del PSI.

La presenza di diversi giovani Socialisti mi ha aperto il cuore alla speranza. Spero che ai giovani la vista di tante teste canute, che non si sono mai arrese, possa dar loro il coraggio di raccoglierne il testimone per impegnarsi per il Riscatto Socialista.

Rispetto a Noi anziani che frequentavamo le Sezioni di Partito, i nostri giovani sono cresciuti con i “Social” e sono padroni della tecnologia dell’informatica. Dobbiamo organizzarci per gestire la comunicazione e l’informazione inerente all’attività politica, utilizzando questi mezzi e, i 5 Stelle, senza Sedi e con ridotte Risorse rispetto al PD, sono un esempio di come con l’utilizzo di una Rete informatica si possa supplire alle vecchie Strutture politiche.

Un compagno ha invitato i presenti a seguire l’Avanti on line che è diventata una vera Tribuna Socialista in cui i Socialisti possono dialogare e fare sentire la loro Voce.

Ho portato a conoscenza dei compagni l’iniziativa di costituire il Club Amici dell’Avanti della Romagna come strumento di comunicazione e informazione politica. Con il Segretario della FGS e altri compagni che si renderanno disponibili dovremo concordare quando riunirci a Ravenna per formulare la messa a punto dello strumento informatico per queste Rete gestionale del Club.

I nostri giovani hanno impegni di studio e di lavoro ed anche se animati da passione politica possono incontrare difficoltà per incontrarsi, anche perché sparsi fra i vari territori. Lo strumento di una Rete del Club dell’Avanti verrebbe incontro a molte delle loro difficoltà ed esigenze.

Ritengo inoltre necessario che i nostri giovani possano essere supportati da un’attività di Formazione. Oggi, per misurarsi nella Società occorrono competenze e conoscenze. Ai giovani che sono riuscito ad avvicinare ho accennato l’idea di organizzare un Corso di Formazione per Quadri Socialisti. La proposta è stata bene accolta. Ne parleremo a livello di Federazioni della Romagna.

Sono convinto che nell’Area Vasta Romagna ci siano diverse Risorse qualificate per fornire dei contributi per questa iniziativa.

Colgo l’occasione della Tribuna dell’Avanti, per ringraziare  ancora di cuore tutti i Dirigenti Socialisti della Romagna e le compagne ed i compagni presenti a Russi per la gioia, l’emozione ed il conforto che mi hanno donato con la loro Presenza. Spero di potere continuare ad emozionarmi e lo stesso augurio lo formulo ai 20.000 Socialisti che con eroismo in tutta l’Italia fanno da portabandiera e da testimoni a questo nostro grande ideale del Socialismo e alla Storia che grazie ai suoi valori siamo riusciti a costruire.

Nicola Olanda

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento