martedì, 19 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Renzi difende gli 80 euro. “Scelta di giustizia sociale”
Pubblicato il 01-03-2017


Renzi-migrantiRompendo il silenzio che dura da qualche giorno Matteo Renzi si è dedicato a scrivere un lungo post su Facebook per difendere l’operazione degli 80 euro dopo le critiche arrivate dalle opposizioni. Infatti molti dei beneficiari hanno dovuto restituire quanto ricevuto in quanto non rientravano nella fascia dei beneficiari.

La misura degli 80 euro, scrive Renzi, è stata “la più grande opera di redistribuzione salariale mai fatta in Italia. Quindi una scelta di giustizia sociale”, “altro che bonus o mancia elettorale”, ma sui media si parla “del ‘flop’ 80 euro” perché “circa un milione di persone ha dovuto restituire del tutto e circa settecentomila in parte i soldi” per il semplice motivo che “erano fuori dalle fasce, non stavano nei parametri”. “Allo stesso tempo – sottolinea l’ex presidente del Consiglio – sono un milione e trecentomila coloro che hanno scoperto di averne diritto, più altri duecentomila che hanno scoperto di averne diritto in parte e lo hanno incassato con la dichiarazione dei redditi. Complessivamente sono 507 milioni i soldi che i cittadini hanno restituito allo Stato, mentre sono 599 quelli che lo Stato ha restituito ai cittadini”.

Ai commentatori e ai politici che sostengono che si tratta di un fallimento Renzi risponde: “Un italiano su cinque per la prima volta ha riavuto qualcosa dallo Stato e questo sarebbe un fallimento? Il metodo, amici, è sempre lo stesso. Nessuno fa nulla per anni e tutti si lamentano indistintamente. Poi arriva qualcuno che ci prova e inizia a cambiare le cose, portando soluzioni concrete. Discutibili, per carità, ma concrete”.

Dall’opposizione Brunetta, come suo solito,  non si lascia sfuggire l’occasione per criticare: “Tutti i guasti del governo Renzi stanno venendo a galla: 1 milione, 1 milione e 800mila contribuenti hanno dovuto restituire gli 80 euro. Lo sapevamo, l’avevamo detto, l’avevamo denunciato. Non si fa politica economica con le mance”. Dal Pd arriva il soccorso dell’ex premier. La senatrice Francesca Puglisi ricorda che “diciotto milioni di Italiani hanno  ricevuto lo sgravio fiscale degli 80 euro”. Mentre per Matteo Colaninno “chi polemizza sugli 80 euro dovrebbe avere l’onestà di ricordare che è il più imponente taglio delle tasse e intervento di giustizia redistributiva che si ricordi”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento