domenica, 30 aprile 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scalfari non ha mai votato Psi?
Pubblicato il 23-03-2017


Eugenio Scalfari ha scritto su Repubblica che nella sua vita ha sempre votato o Pri o Pci. Molto strano. Eugenio Scalfari che dovette a Pietro Nenni una candidatura nelle liste del Psi assieme a Lino Jannuzzi dopo la vicenda Sifar che costò ai due, allora all’Espresso, una condanna a 15 mesi di galera, non ha dunque votato nemmeno per se stesso quando venne eletto deputato nelle liste del Psu nel collegio di Milano-Pavia? Certo il suo voto non era sufficiente, giacché ne servivano alcune decine di migliaia, che gli fornirono gli autonomisti milanesi. Questi ultimi votavano così: 1 (Nenni),16 (Craxi), 28 (Scalfari). La memoria gioca brutti scherzi, a una certa età. Eppure sono sicuro che quei numeri Scalfari non se li sia dimenticati. Può essere che dica la verità e che nel 1968 abbia preferito votare Pri o Pci anziché se stesso. Conoscendo l’alta considerazione che il fondatore di Repubblica ha di sè, propendiamo a credere che abbia solo detto una balla. Aver votato Psi ed essere diventato deputato grazie a Craxi costituisce per lui un’onta da dimenticare. Anche per noi…

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Un detto dice: Dio li fa e poi li accompagna.
    Infatti Scalfari e il signor Uolter si sono ritrovati assieme in una recente intervista.
    Anche il signor Uolter dice che non è stato mai comunista quando sin da ragazzino si è dato da fare per diventare Segretario dei giovani comunisti. Una volta maggiorenne come ha fatto il signor Uolter ad assumere la Direzione dell’Unità su cui campeggiava il sottotitolo Quotidiano del Partito Comunista Italiano??
    In un partito in cui l’ortodossia comunista era la regola, chi glieli ha dati quegli incarichi??
    D’Alema non si rende simpatico, ma almeno non ha rinnegato di essere stato comunista anche se ora si dichiara socialista soltanto quando emigra in Europa.
    Un giornalista in una trasmissione TV ha detto: che credito si può dare nel presente e per il futuro a CHI rinnega anche il suo passato??
    Fraternamente da Nicola Olanda
    ,

  2. La storia, per fortuna, è una cosa seria e non si può raccontare il passato reinventandolo, dipingendolo per come oggi ci piacerebbe fosse stato. I fatti hanno la testa dura e, prima o poi, presentano sempre il conto. Nella vita si può cambiare idea su molte cose ma quello che non si può fare, a meno di non cadere nel ridicolo, è pretendere di avere avuto ragione prima, quando la si pensava in un modo, e di avere ragione anche dopo, quando la si pensa nel modo opposto. Cambiare idea vuol dire fare i conti con sé stessi, con la propria visione del mondo e con la propria storia e tutto questo molte delle “anime belle” del nostro panorama politico e culturale, fino ad oggi, si sono ben guardate dal farlo. Per questo cadono spesso nel ridicolo (ma non se ne accorgono?).

  3. Quando uscì il primo numero de La Repubblica, eravamo sull’uscio della sezione socialista a conversare tra compagni, quando giunse un giovanotto – dei nostri – che mostrò la Repubblica, dicendo: “questo è un bel giornale”.
    “Peccato – gli fu risposto – che sia nato per favorire il compromesso storico e che sia antisocialista.

  4. Caro Mauro, aspettavo da tempo un tuo memento sulle fatuità e le disinvolture del Gran Maestro della Laicità pronta-a-tutto…e finalmente è arrivata. Molto bello e …ad maiora, almeno su Scalfari.
    Un abbraccio
    Pino

  5. Bravissimo Scalfari e coerente con se stesso.
    Di fatti oltre al 1° art. apparso il 14 gennaio 1976 (mi pare) giorno di nascita di Repubblica in cui ammetteva che la rottura del governo fatta da De Martino non avrebbe comportato traumi perché piazza affari non ne avrebbe risentito, la sempre raccontato BALLE.
    Talmente convinto delle sue analisi difatti ha convinto tutti a fare il contrario di ciò che LUI andava a prevedere.
    Grazie delle amnesie ex sen. socialista Scalfari

Lascia un commento