lunedì, 23 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scozia, si chiederà il voto per restare in Europa
Pubblicato il 10-03-2017


sturgeonSi riaccendono i fari sulla Scozia. Il Primo Ministro Nicola Sturgeon ha detto che la Scozia può tenere un voto sull’indipendenza alla fine del 2018, poco prima della data in cui il Regno Unito dovrebbe abbandonare l’Unione europea, sebbene la sua omologa britannica Theresa May abbia ribadito che la consultazione non sia necessaria. E ad anticipare la notizia un’discrezione del ‘Financial Times‘.
A confermare però la richiesta della Sturgeon, Tasmina Ahmed Sheikh, deputata e portavoce del Partito scozzese Trade and Investment spokesperson che alla BBC che ha sostenuto l’idea della Sturgeon e che quindi si potrebbe andare a votare per l’autunno del prossimo anno.
La deputata ha affermato che la Sturgeon “ha il mandato di chiedere un altro referendum per l’indipendenza” soprattutto “se dovessimo essere messi fuori dell’UE contro la nostra volontà”, ha detto Ahmed Sheikh. “Il popolo della Scozia ha votato per rimanere nell’Unione Europea”, ha aggiunto.
La prospettiva di una consultazione sull’indipendenza della Scozia che potrebbe spaccare il Regno Unito qualche mese prima dell’uscita dalla Ue rappresenterebbe uno scenario inatteso della Brexit con conseguenze del tutto imprevedibili per la quinta economia mondiale. Per questo secondo il ‘Ft’ il governo britannico cercherà di posticipare il voto a dopo l’uscita dall’Unione europea.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento