mercoledì, 24 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Coppa Italia: niente rimonte, la finale sarà Lazio-Juventus
Pubblicato il 06-04-2017


immobileSconfitte indolori per i biancocelesti e i bianconeri, che perdono entrambe 3-2 rispettivamente contro Roma e Napoli, ma fanno valere il vantaggio delle sfide dell’andata. Appuntamento al 2 giugno per la finalissima

ROMA, VIA SPALLETTI? – La Lazio partiva dal 2-0 dello scorso primo marzo. Missione dunque difficile per la Roma, che si è fatta decisamente più in salita dopo il vantaggio biancoceleste di Milinkovic-Savic. Prima dell’intervallo il pareggio di El Shaarawy ha ridato qualche speranza ai giallorossi. Ma il 2-1 di Immobile a inizio ripresa ha chiuso definitivamente i giochi, nonostante poi la doppietta di Salah che ha regalato la vittoria alla Roma per 3-2. A passare sono però i ragazzi di Simone Inzaghi, che si godono così la sconfitta più dolce della storia del derby. Tutto da vedere quale sarà ora il futuro dell’allenatore giallorosso Luciano Spalletti: più volte il tecnico toscano ha infatti ribadito l’intenzione di lasciare la Capitale se non avesse vinto un trofeo. Resta solo lo scudetto, ma la Juventus ha 6 punti di vantaggio. Storia al capolinea?

higuainHIGUAIN “INGRATO” – Discorso simile per la seconda semifinale. La Juventus si è presentata a Napoli forte del 3-1 dell’andata. Tutto lo stadio “San Paolo” ha ricoperto di fischi l’ingresso in campo del “traditore” Gonzalo Higuain, passato in estate proprio dagli azzurri ai rivali bianconeri. L’argentino non si è fatto condizionare, anzi ha firmato una doppietta decisiva per il passaggio in finale della Vecchia Signora. I campani sono riusciti a vincere 3-2 con i gol di Hamsik, Mertens (a segno dopo 11 secondi dal suo ingresso grazie a una papera di Neto) e Insigne. Ma all’ultimo atto, per il terzo anno di fila, vanno i campioni d’Italia.

APPUNTAMENTO AL 2 GIUGNO – La finalissima si disputerà il prossimo venerdì 2 giugno allo stadio Olimpico di Roma. La Juventus, vincitrice delle ultime due edizioni, va a caccia del tris e parte ovviamente favorita, anche perché in campionato ha battuto la Lazio sia nel girone d’andata che in quello di ritorno. Guai però a sottovalutare i ragazzi di Simone Inzaghi, insieme all’Atalanta la vera sorpresa di questa stagione. Sarà un replay della finale 2015 quando i bianconeri si imposero 2-1 ai supplementari grazie al gol decisivo di Matri dopo le reti di Radu e Chiellini nei 90’ regolamentari.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento