domenica, 28 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dichiarazione di voto di Pia Locatelli, capogruppo Psi alla Camera, sulla risoluzione di maggioranza
Pubblicato il 27-04-2017


Purtroppo noi non abbiamo voluto la Brexit, non l’ha voluta la stragrande maggioranza dei cittadini europei, ma siamo tutti oggi costretti a subirla. Per la verità riteniamo anche che gli stessi cittadini britannici, che con una risicata maggioranza si sono espressi per il leave, abbiano maturato e stiano maturando una maggiore consapevolezza dei rischi e dei costi che questa scelta comporta per loro e per il resto dell’Unione, ma ormai siamo obbligati ad amministrare quella che si rivelerà come una sconfitta collettiva.

Apprezziamo dunque la linea di prudenza e di fermezza che il Governo italiano, di concerto con gli altri Governi europei, manterrà nel negoziato con Londra.

Sottolineiamo in particolare l’importanza di difendere i diritti degli europei che vivono in Gran Bretagna per quanto attiene la residenza permanente e per scongiurare un abbassamento delle loro prerogative prima della conclusione dei negoziati ricordando che ci sono circa 600 mila italiani che vivono oggi stabilmente nel Regno Unito.

Sosteniamo convintamente inoltre la proposta di destinare i 73 seggi lasciati vacanti al Parlamento europeo a liste transnazionali, per favorire il processo di legittimazione delle istituzioni europee e la competizione tra diversi programmi e differenti partiti politici, non più su base nazionale, ma continentale e transnazionale. Condividiamo pienamente questo passo perché potrebbe essere il primo in direzione di una rifondazione dell’Unione soprattutto se con le elezioni del 2019 del Parlamento europeo si aprisse la strada anche all’elezione diretta del Presidente dell’Unione.

I socialisti voteranno perciò a favore della risoluzione della maggioranza.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento