sabato, 27 maggio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

G7 energia, sicurezza e ruolo chiave del gas
Pubblicato il 10-04-2017


G7-energiaE’ in corso di svolgimento a Roma il G7 Energia. L’importante incontro terminerà i lavori domani, ma già adesso si possono delineare i nuovi scenari mondiali. Particolare attenzione deve porre l’Italia che ha un ruolo importante nei mercati energetici mondiali.

Sicurezza energetica, apertura di nuovi corridoi di forniture, ruolo chiave del gas. Sono questi alcuni dei temi centrali del G7 Energia che il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha citato nel discorso d’apertura della riunione.

Il Ministro Calenda ha spiegato: “I mercati energetici mondiali, anche se più globalizzati, sono vulnerabili rispetto a possibili interruzioni causate da diversi eventi, sia geopolitici che derivanti da disastri naturali. Una disputa politica può avere un effetto domino sui sistemi energetici. Da qui la necessità di discutere del ruolo strategico delle rotte che attualmente portano il gas in Europa, in particolare attraverso l’Ucraina e di parlare dell’apertura di nuovi corridoi di fornitura, ma anche dell’opzione Gnl”. Poi il Ministro ha aggiunto: ”Grande spazio verrà dato anche al tema della cibersicurezza delle reti energetiche ed all’efficienza energetica nella pianificazione degli investimenti”.

Martedì prossimo, dopo la conclusione del G7 Energia, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, avrà un incontro bilaterale con il segretario di Stato Usa all’Energia, Rick Perry. Alla domanda se Perry confermerà le anticipazioni sulla politica energetica che intende adottare l’amministrazione Trump, Calenda ha risposto: “Vedremo, sarà un dibattito interessante”. In ogni caso, Calenda ha sottolineato che con Perry c’è già stata una ‘conference call’ un paio di settimane fa.

Quanto al G7 Energia, Calenda ha riferito di aver già avuto incontri con la Commissione Ue e con il ministro canadese. Calenda ha anche detto: “Ora c’è questa iniziativa importante sull’Africa e stasera a cena entreremo nel merito dell’agenda del G7”. La cena ufficiale con le delegazioni si farà stasera a Roma all’Hotel Westin Excelsior.

Una manifestazione di protesta pacifica è stata organizzata da attivisti di Greenpeace Italia. All’apertura dell’ultimo giorno di lavori del G7 energia, gli ecologisti di Greenpeace Italia stanno consegnando ai ministri delle sette grandi potenze mondiali un gigantesco termometro, simbolo della temperatura del Pianeta che continua a salire.

Un comunicato di Greenpeace spiega: “Con questa azione di protesta pacifica, gli attivisti dell’organizzazione vogliono ricordare ai Paesi del G7 quanto sia importante rispettare gli impegni presi alla Conferenza sul Clima di Parigi, chiedendo loro di isolare le posizioni negazioniste e anti-scientifiche della nuova amministrazione Trump, rappresentata al G7 Energia dal segretario di stato del dipartimento energia Rick Perry”.

Se da un lato sarà necessario trovare un accordo sulle nuove vie per le forniture energetiche, dall’altro lato, il G7 Energia dovrebbe anche tenere conto del rispetto ambientale senza contribuire ad alterare l’ecosistema del pianeta. Naturalmente, come accade in queste circostanze, ognuno cercherà di portare acqua al proprio mulino. Governanti illuminati, memori del detto latino “est modus in rebus”, è auspicabile che sappiano trovare la soluzione migliore per conciliare le diverse esigenze e le diverse problematiche in cui al centro c’è sempre l’umanità.

Salvatore Rondello

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento