venerdì, 22 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Marine Le Pen, fondi irregolari e revoca immunità
Pubblicato il 27-04-2017


marine le penIl Front National finisce nella lente d’ingrandimento europeo. Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha annunciato ieri che è stato formalmente avviato il processo di revoca dell’immunità parlamentare dell’eurodeputata nonché candidata all’Eliseo, Marine Le Pen, su richiesta della giustizia francese, per uso improprio di fondi pubblici. la motivazione è dovuta alle presunte irregolarità nella gestione dei fondi pubblici per il pagamento di collaboratori nel Parlamento Europeo.
Sono infatti quasi 5 i milioni che il Front National avrebbe versato ad alcuni suoi assistenti parlamentari che lavoravano per il partito ma utilizzando i fondi del Parlamento Europeo. La stima, che non è ancora definitiva e potrebbe ancora cambiare, è stata fatta da Bruxelles: al 21 aprile sarebbero 4.978.122 euro i soldi versati dal partito di Marine Le Pen tra il 2010 e il 2017, mentre nel settembre 2015 la cifra potenziale era 1,9 milioni.
Secondo alcuni la notizia potrebbe influire sui risultati delle prossime presidenziali d’Oltralpe. La commissione giuridica dell’Unione Europea preposta a valutare la richiesta di revoca dell’immunità, si riunirebbe, infatti, due giorni prima del ballottaggio tra Marine Le Pen ed Emmanuel Macron.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento