martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Parlamento Ue: lotta serrata contro le emissioni auto
Pubblicato il 04-04-2017


test-emissioniLa maggiore istituzione del nostro Continente, ha deciso che è arrivato il momento di mettere un freno alle emissioni di gas auto nell’ambiente. Infatti sono in arrivo leggi più severe sulle emissioni. E’ quanto ha deciso il Parlamento Europeo che ha votato in larga maggioranza una proposta di modifica alle norme UE sull’omologazione dei veicoli a motore. Il principale obiettivo è quello di migliorare il controllo del lavoro svolto dai centri di omologazione e dalle autorità nazionali che mettono i veicoli in vendita. I parlamentari europei hanno dato il via libera alla bozza di legge con 585 a favore, 77 contro e 19 astensioni. Il progetto mira a potenziare i controlli europei e consentire a Bruxelles di multare le case produttrici con multe che possono arrivare fino a 30mila euro per auto. Dopo lo scandalo sulle emissioni che ha coinvolto il colosso tedesco Volkswagen, i deputati non solo chiedono controlli più severi sulle auto nuove, ma vogliono intensificare i controlli sulle auto già in strada e chiedono alle autorità nazionali di impegnarsi a verificare regolarmente almeno il 20% delle auto immesse nel mercato nell’anno precedente. Nel caso in cui autorità nazionali non ottemperino agli obblighi di omologazione, la Commissione UE avrà il potere di introdurre maggiore supervisione e di effettuare essa stessa test e ispezioni dei veicoli. Dal punto di vista ambientale, un’emissione è qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera che possa causare inquinamento atmosferico. Nel caso di emissioni solide sotto forma di polveri finissime, queste vanno ad incrementare la percentuale di particolato presenti nell’aria, con possibili conseguenze sulla salute umana. Le emissioni possono derivare da lavorazioni industriali (ad esempio impianti chimici) oppure da attività umane svolte quotidianamente (ad esempio gas di scarico degli autoveicoli), ma anche da eventi naturali (ad esempio erosione di rocce oppure eruzioni vulcaniche). Nel caso di emissioni che provengano da attività umane, il controllo può essere svolto predisponendo degli impianti di separazione, che hanno il compito di abbattere la concentrazione di inquinanti nelle emissioni (un esempio nel caso dei gas di scarico è il filtro attivo antiparticolato).

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento