lunedì, 25 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Paura a San Pietroburgo. Esplosioni in un palazzo
Pubblicato il 06-04-2017


san pietroburgo palazzoDue esplosioni a San Pietroburgo hanno fatto rinascere il terrore del terrorismo, ma si tratterebbe di una fuga di gas causata da un uomo che stava svolgendo riparazioni in un appartamento. Le esplosioni hanno danneggiato un palazzo di Solidarnosti Prospekt, a San Pietroburgo, e per fortuna non ci sono feriti. Lo dice un portavoce del ministero delle Emergenze citato da Interfax. L’edificio poi è a 700 metri da quello in cui stamattina i servizi di sicurezza russi hanno arrestato tre uomini con il sospetto di legami con il presunto terrorista dell’attentato alla metropolitana della città.
Nel frattempo a Mosca migliaia persone in centro hanno manifestato per ricordare le vittime dell’attentato a San Pietroburgo.
san pietroburgo corteo
Intanto arrivano nuovi sviluppi sulle indagini nell’attentato nella metropolitana di San Pietroburgo, in Russia, avvenuto il 3 aprile. Gli investigatori stanno esaminando la versione secondo cui Akbarzhon Jalilov, il presunto autore dell’attentato alla metro di San Pietroburgo, non intendeva farsi esplodere ma al contrario è stato ridotto a bomba ambulante dai suoi complici, “kamikaze a sua insaputa”. Lo riporta Interfax che cita una fonte vicina alle indagini. “Molti indizi indicano che avrebbe dovuto solo piazzare gli ordigni, innescati poi da una telefonata”, spiega l’Agenzia russa.
Il piano dei criminali prevedeva che Jalilov piazzasse una bomba alla stazione che sarebbe poi dovuta esplodere dopo quella del vagone. L’idea era che dopo l’esplosione nel treno i passeggeri sarebbero sprofondati nel panico e questo avrebbe aumentato il numero delle vittime.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento